Il consiglio provinciale abolisce i fondi ai
politici e obbliga a relazionare ogni spesa

Con la nuova legge ammesse solo spese di rappresentanza,
mentre scompaiono definitivamente i "capitali" riservati

Riordino delle spese di rappresentanza (foto vostrisoldi.it)
BOLZANO - Una piccola rivoluzione si è compiuta oggi in Alto Adige: il consiglio provinciale di Bolzano ha approvato una legge che riordina completamente la materia delle spese di rappresentanza degli assessori, dei membri dell'Ufficio di presidenza del consiglio stesso e dei gruppi consiliari. Con la nuova legge sono ammesse solo spese di rappresentanza, mentre scompaiono definitivamente i fondi riservati, ma soprattutto viene introdotto l'obbligo della rendicontazione per ogni euro speso.

Il tema Ŕ al centro del dibattito politico dopo un'inchiesta aperta dalla Corte dei conti sull'uso del fondo riservato del governatore Svp Luis Dunrnwalder. Dalla gestione delle vicenda da parte del procuratore contabile Robert Schuelmers Ŕ nata addirittura un'accusa della Procura di Roma a carico del magistrato, accusato di avere ipotizzato presunte ingerenze del Colle.

venerdý 8 marzo 2013



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il consiglio provinciale abolisce i fondi ai
politici e obbliga a relazionare ogni spesa

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti
Indietro
Avanti