Quattro escursionisti salvati in montagna dal soccorso alpino

Quattro escursionisti salvati in montagna dal soccorso alpino
​BELLUNO - Attorno a mezzogiorno l'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites è intervenuto lungo la Via del Buco sul Lagazuoi, poiché un alpinista che stava scalando con la moglie non era più in grado di proseguire nella progressione per un dolore alla spalla. Contemporaneamente l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato sulla Piccola delle Tre Cime di Lavaredo. Sull'ultimo tiro di una via un rocciatore era volato infortunandosi, l'allarme lanciato da una cordata tedesca che aveva assistito all'incidente. L'uomo,38 anni, di Lugo di Romagna (Ravenna), è stato recuperato con un verricello di 30 metri e trasportato all'ospedale di Belluno con un politrauma.

Il Soccorso alpino del Centro Cadore è invece stato inviato dal 118 a Lozzo di Cadore, a Pian dei Buoi. Scendendo dalla sua baita una donna di Lozzo era scivolata procurandosi un probabile trauma alla caviglia. Raggiunta da 8 soccorritori in località Tamarì, la 49enne è stata caricata in barella e portata a spalle per una cinquantina di metri fino alla strada, per poi essere accompagnata direttamente con la jeep al pronto soccorso di Pieve di Cadore.

Infine, il Soccorso alpino di Cortina è stato mandato dal 118 sul Belvedere delle cascate di Fanes, per un malore. L'uomo, 64 anni, di San Gemini (Teramo) è stato portato fino a Pian de Loa, dove l'eliambulanza lo ha imbarcato per volare a Pieve di Cadore.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 13 Agosto 2017, 18:23






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Quattro escursionisti salvati in montagna dal soccorso alpino
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2017-08-16 11:04:23
in effetti,a volte l'incidente nasce da incompetenza e imprudenza...nonnine in semiciabattine e bambini che si muovono solo per fare le scale di casa....su sentieri ovviamente sconnessi o franosi. Senza parlare di imprevvisati "Messner" che guardano alla montagna dolomitica come al muretto dietro casa. A costoro si farà pagare l'intervento di soccorso, se non si sono assicurati in precedenza. " Angeli con l'elicottero"...si...ma quelli rischiano la pelle ogni volta che le pale sfiorano la roccia.
2017-08-14 10:07:16
ieri ero alle Tre Cime , ho assistito al recupero in diretta , e dico ai cari leoni da tastiera che in questi casi fanno sempre il solito scontato commento su chi paga ( diretto o velato) che ogni tanto bisognerebbe rendere onore a elicotteristi e operati che scendono con un cavo di acciaio a recuperare un essere umano infortunato e gli salvano la vita . B R A V I
2017-08-14 12:39:33
Oooh vino. Mi preoccupo. Sono totalmente in linea con te. Grazie e mi unisco a te con un bel "onore ai soccorritori".
2017-08-14 17:29:22
Clap clap clap...caro coniglietto da tastiera.
2017-08-14 20:30:39
Caro signor vino, io in montagna ci vado perché ci sono nato.Chi fa il soccorso mettendo a rischio la loro vita per dei mona sono dieci volte da dirgli BRAVI ! Peccato che poi i turisti soccorsi si arrabbiano per il conto presentato e spesso cercano di non pagarlo... scuseme tanto no g'ho schei