«Io, multato perché portavo fiori
​sulla pista dove è morto mio figlio»

Andrea Rossato

di Ugo Pollesel

CORTINA - Quella multa era stata uno schiaffo, l’ennesimo sfregio a una vicenda tragica che proprio l’altro giorno ha conosciuto il suo epilogo, con la condanna della società Ista, che gestisce la parte bassa degli impianti della Tofana, a Cortina.

Andrea rossato - Il Gazzettino.it

Eppure in questi stessi giorni Mauro Rossato, ingegnere di Mestre e papà del bimbo di 9 anni che su quelle nevi perse la vita 5 anni fa, schiantandosi con gli sci su una pista (il Canalino del Canalone della Tofana) che da allora è stata chiusa, ha subìto l’ennesimo colpo: il sindaco di Cortina, Andrea Franceschi, ha respinto il ricorso che Rossato aveva presentato contro la multa di 50 euro inflittagli dalla polizia di Stato cortinese. La sua colpa? Aver voluto deporre, sul punto in cui era morto il figlio, nel giorno della ricorrenza, dei fiori. Lì, su quella pista definita "azzurra" nei primi rapporti di polizia e che invece "azzurra" non era, ma "nera". E che era talmente innocua da essere stata immediatamente chiusa. E per sempre...

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 10 Marzo 2016, 08:29






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Io, multato perché portavo fiori
​sulla pista dove è morto mio figlio»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 34 commenti presenti
2016-03-13 19:04:45
Capisco limmenso dolore per la disgrazia, non capisco l'eccessivo clamore mediatico successivo, in particolare solidarizzo con l'accompagnatore, a mio parere ingiustamente condannato.
2016-03-13 16:23:01
@ Transistor: Non è questione di scolarizzazione, bensì di cervello. Conosco certe persone che non hanno nemmeno finito la scuola dell'obbligo che potrebbero insegnare pagine intere del grande libro della VITA. In ogni caso ti meriti un punto a favore. BRAVO!!!
2016-03-13 13:46:54
un tempo per fare il vigile bastava la licenza media chi ha fatto la multa forse è arrivato alla terza elementare. Posso dire solo che questo personaggio si vergogni facciamolo tutti pubblicamente. Non servono altri commenti filosofici.
2016-03-11 23:28:53
Se se ne andava a piedi con le "ciaspole" nessuno si sarebbe sognato di multarlo! Ha voluto andarci con gli sci rischiando magari di fare la fine di suo figlio...e allora che paghi! Riguardo al risarcimento...meglio che non dica quello che penso! Sarei troppo cattivo.
2016-03-11 18:42:55
Se era vietato andare in quel luogo, lo era per tutti. Non lasciamoci prendere dal buonismo: se fosse successo un'altra disgrazia, cosa avremmo detto?