Must have amarcord, tutto quello che andava di moda nel 2000

PER APPROFONDIRE: 2000, must have, tiffany
Must have amarcord, tutto quello che andava di moda nel 2000
ROMA - Chiunque sia stato un teenager negli anni 2000 può affermare con certezza di aver vissuto un periodo entusiasmante, altamente stimolante e sicuramente molto divertente.
L’invasione tecnologica era ancora lontana, i desideri erano più modesti e la musica era più ballabile. Sono passati quasi 17 anni eppure per tornare negli anni 2000 basterà aprire il vecchio armadio dei ricordi e riscoprire i veri must have di coloro che nacquero negli anni 80 e vissero nel nuovo millennio i tempi d’oro dell’adolescenza. Il famoso braccialetto con il ciondolo a forma di cuore Tiffany è ancora oggi sul nostro comodino e con molta probabilità ancora al polso di alcune di noi. La tanto agognata scatoletta verde acqua è stata per così tanto tempo in pole position della nostra wish list che quel piccolo gioiello avrà per sempre un posto speciale nel nostro cuore.
 
 


Forse non si trattava solo della Speedy 25. Forse è perché la prima volta dentro un negozio Louis Vuitton non si scorda mai. Il bauletto più desiderato degli anni 2000 ha fatto davvero la storia di una generazione di piccole donne che hanno tenuto per anni sull’avambraccio quella piccola ma capiente borsa, fino ad arrivare a riempirla di libri universitari (che puntualmente non entravano mai).

Sulla lista per lo zio che tornava dall’America c’era sempre una sola richiesta: Abercrombie.
Che fosse per una t-shirt con logo o una semplice shopper, il desiderio di volare negli States aveva un profumo preciso per l’adoloscente degli anni 2000: quel profumo era Fierce di Abercrombie, ovviamente.
Altro che mom, skinny, boyfriend o ankle. I jeans erano solo di un tipo, quelli dalla vita bassa a zampa d’elefante, il modello iconico indossato da Britney Spears.

Gli anni 2000 furono un momento d’oro per la Nike che con le Silver prima e le Squalo dopo, fece di questi esemplari le uniche due opzioni di sneaker per i teenager della generazione Y. Eccentriche, introvabili e comodissime, è possibile avvistarle ancora oggi ai piedi di qualche inguaribile nostalgico.
Il grande salto dalle scuole medie al Liceo era caratterizzato da un altro importante e imprescindibile passaggio: l’addio al vecchio Invicta e il benvenuto al nuovo zainetto Eastpak.

Sotto al banco o nascosto dentro l’astuccio, il cellulare Nokia 3310 ha fatto la storia degli anni 2000. Il solo ricordo di quel piccolo grande oggetto ci fa emozionare quasi quanto lo squilletto low-cost fatto per “dirti che ti penso”. Il look camouflage fu uno dei grandi trend che invasero i guardaroba femminili adolescenziali e non nei primi anni 2000. Colpa delle Destiny’s child e del video “Survivor”? Possibile. Oggi però ci accontentiamo della sola Beyoncé.
Ad inizio millennio le nostre teste non conoscevano vergogna: pieghe frisè, appariscenti meches e decolorazioni al limite dell’ossigenazione. Insomma, tutto ciò a cui stiamo ancora tentando di porre rimedio oggi con i nostri amati prodotti biologici.

Erano gli albori di Alessandra Ambrosio, Gisele Bundchen, Tyra Banks e Adriana Lima. La biancheria intima made in Usa era un altro must have delle ragazze del 2000 che probabilmente ancora oggi ricordano vividamente quando per la prima volta a New York entrarono timidamente in uno store di Victoria’s Secret. E non vollero uscirne più.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 22 Settembre 2016, 17:59






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Must have amarcord, tutto quello che andava di moda nel 2000
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti