L'opportunismo di Grillo, senza alcuna autocritica

PER APPROFONDIRE: beppe grillo, m5s, virginia raggi
Caro Direttore
al Movimento 5 Stelle è proprio il caso di dire benvenuti sulla terra. Dopo anni in cui abbiamo visto i pentastellati sparare ad alzo zero ad ogni avviso di garanzia notificato ad un sindaco o ad un esponente di un altro Partito, con conseguente richiesta di dimissioni e gogna pubblica, adesso sembra scattare il contrordine. Evidentemente ci si è accorti che, in questo Paese, chi si occupa di cosa pubblica corre costantemente il rischio di incappare in qualche indagine della Magistratura, e che la presunzione di innocenza vale anche per chi fa politica. 


Ivana Gobbo
Abano Terme (Pd)

Caro lettore,
Beppe Grillo ha fatto una scelta di civiltà e di buon senso, ma per essere credibile la nuova posizione del leader pentastellato avrebbe dovuto essere accompagnata da una chiara autocritica sulle posizioni assunte nel passato, recente e lontano, dal Movimento 5 Stelle. Perché i casi sono due: o era sbagliata la linea precedente e quindi gli attacchi (con richiesta di dimissioni immediate) rivolti a tutti gli avversari politici raggiunti da un avviso di garanzia o è inadeguata la posizione attuale.
Grillo ha una concezione molto liquida e disinvolta della politica e una notevole abilità manovriera. Ma è un fatto che questa inversione di rotta sui politici indagati arriva alla vigilia di una possibile indagine sulla sindaca di Roma Virginia Raggi. E cambiare idea secondo le convenienze del momento e senza fare ammenda dei propri errori passati, si chiama opportunismo. A destra come a sinistra.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 4 Gennaio 2017, 15:03






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'opportunismo di Grillo, senza alcuna autocritica
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2017-01-04 16:59:26
Abbiamo il parlamento pieno di condannati/prescritti e stiamo ancora a parlare dell'ipotetico avviso di garanzia che potrebbe raggiungere la Raggi. Formigoni si becca sei anni, gli sequestrano 6,6 mln di euro MA il problema è peppe krillo che è opportunista. Complimenti, Direttore: Lei appare proprio obiettivo e super partes.
2017-01-04 18:56:20
@ Giorgio Baffo 2017-01-04 16:59:26 quando si legge solo con gli occhi, è assai improbabile capire il contenuto o il concetto espresso da ciò che si legge. Oppure si tratta solo di paraocchi?
2017-01-04 19:08:54
Caro Giorgio Baffo vorrei ricordarle che non abbiamo solo un parlamento con numerosi condannati/prescritti ma anche Grillo fa parte di questa cerchia.
2017-01-04 20:38:11
Opportunismo non lo so. Ma i tribunali del popolo, sarebbero sicuramente incostituzionali.
2017-01-04 23:01:32
Sono contento che il M5S abbia introdotto e reso migliori, più chiare ed efficaci le proprie Regole di comportamento. L'ambiente politico è sempre più difficile e complesso ed è giusto che il Movimento tuteli la propria immagine anche nei confronti degli oltre 100 mila iscritti. Ho sentito da alcuni Parlamentari del M5S che, secondo le nuove norme, per quanto riguarda l'Avviso di garanzia, si valuterà caso per caso, mentre invece, se uno viene condannato fin dal primo grado di giudizio, sarà immediatamente espulso dal Movimento. Mi pare di aver sentito invece che altre Forze politiche si comportano diversamente, cioè prima di invitare uno a dimettersi si aspetta addirittura la sentenza del terzo grado di giudizio. Per caso queste ultime cose che ho scritto corrispondono al vero?