Il fanatismo islamico e le colpe dell'Europa

PER APPROFONDIRE: europa, fanatismo, islam, terrorismo
Egregio Direttore,
vorrei che i sostenitori della società multirazziale, i convinti della necessità di riempirsi di risorsequalsiasi, i votati all'accoglienza senza se e senza ma, che ci spiegassero perché non è mai accaduto che un occidentale Cristiano, o di altre fedi anche non cattoliche, abbia attentato alla vita di qualche musulmano gridando Gesù Cristo è grande! Basterebbe una risposta onesta.


Claudio Scandola

Caro lettore,
proprio ieri mi è capitato di leggere una riflessione dello spagnolo Arturo Pèrez-Reverte, ex reporter di guerra e oggi scrittore di grande fama grazie soprattutto ai libri sulla saga del capitano Diego Alatriste.

Per la sua storia personale e professionale, Pèrez-Reverte non è certamente etichettabile come un intellettuale di destra. Ebbene, all'indomani degli attentati di Barcellona, lo scrittore spagnolo ha detto: «Di fronte a un nemico senza scrupoli nè freni etici, che non si ferma davanti a nulla, le nostre democrazie ci hanno messo in condizioni d'inferiorità. Ma l'Europa rifiuta di guardare in faccia la realtà: c'è una guerra, una guerra santa e non la possiamo vincere con il dialogo e i negoziati. Il fanatismo religioso non si combatte con il buonismo nè con la timidezza, nè con la codardia».
Non credo ci sia nulla da aggiungere.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 20 Agosto 2017, 14:11






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il fanatismo islamico e le colpe dell'Europa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 44 commenti presenti
2017-08-22 14:27:58
Il massimo che può esprimere l'Europa sono bandiere a mezz'asta e minutino di silenzio, ma tant'è, il problema dell'Europa è una classe politica trasversalmente di piccola o nessuna levatura, preoccupati ai vitalizi ed a come spartirsi le poltrone tra un'elezione e l'altra, insomma gente che si guarda l'ombelico, a costo vorrei ricordare che non ci saranno sempre USA e Russia a pararci le chiappe.
2017-08-22 08:03:29
La verita e che il terrorismo e ISLAMICO e non si vuol prenderne coscienza ai livelli governativi. L'islam ha al centro del proprio credo l'annientamento degli infedeli e conversione di tutti. Non deve esistere un mondo non asservito all'islam. Non esiste l'islamico moderato esiste solo l'islamico falso e bugiardo che prende in giro l'inetto governante europeo. Non abbiamo speranze. Credetemi.
2017-08-22 10:00:31
Purtroppo devo darle ragione: basandomi su ca 1400 anni di storia, non vedo nel tempo e nel pianeta alcun esempio di "integrazione" (se qualcuno sa che e' esistito o esiste raccontatelo). L'Islam (la parte religiosa) descritto dal Corano DEVE trasformarsi se i musulmani vogliono convivere con altre religioni, oggigiorno....e l'Islam DEVE dire BASTA all'esplosione demografica (la legge dei NUMERI) che impone ai suoi fedeli: NON e' sostenibile (con Allah o gli Occidentali o chicchessia).
2017-08-22 06:09:24
Pero'..istituire borse di studio incentivanti allo studio della lingua e cultura araba ...sarebbe utile.Poi assunzioni garantite al servizio della Repubblica Italiana.Nelle carceri i fanatici possono ordire e far proseliti senza che le guardie che odono, capiscano.Pure per trovare traduttori nei processi e' un'impresa.Se viene chiesta collaborazione a quanti hanno ottenuto gia'la cittadinanza e sono bilingui, credete che accettino? Ius soli o cittadinanza e poi?( presumo un gesto dell'ombrello come risposta ..o gran omerta' per paura di ritorsioni da parte delle comunita' ghetto..dove si guarda con sospetto persino l'uso della bicicletta da parte femminile) )
2017-08-22 11:55:55
La penetrazione musulmana di tutta l'Europa e' in corso, agevolata dalle ns. autorita' per diversi motivi -- soprattutto di interessi personali o politici-economici -- , ma senza che vi sia reciprocita' ALCUNA da parte del mondo musulmano (se esiste vi prego di citarlo)... ricordo che a Padova ci fu la prima settimana di educazione degli Imam Italiani (quando Zanonato era sindaco). Ottima iniziativa, per construire integrazione tra le diverse componenti sociali (ho pensato). Sapete cosa ho letto nei siti di rete delle ONG che sponsorizzavano l'evennto? Che le DUE principali ONG (straniere) erano per la PANISLAMIZZAZZIONE di tutta la ricerca (scientifica e non) OVUNQUE (cioe' anche in Italia). Erano cioe' interessate alla SCIENZA e TECNOLOGIA SOLO come manifestazione del LORO Dio: Allah. La Chiesa cattolica e' ecumenica (convive con l'esistenza di altre componenti sociali), NON l'ISLAM (anche se ci sono diversi tipi di musulmani). Quelle ONG hanno nel loro scopo principale, l'essere contro TOTALMENTE ogni modo di vita occidentale (la democrazia della Magna Carta, le conquiste della Rivoluzione Francese, il capitalismo illuminato del protestantesimo e simili)... i sacrifici pagati dagli occidentali sono stati enormi, ma ci hanno dato piu' liberta' ed hanno migliorato la ns. condizione di vita... ...e dovremmo rinunciare a tutto questo per l'idea di un Allah? o per la violenza di alcuni fanatici che non hanno altro controllo che un "imam" (potrei diventarlo anche io oggi stesso e nessuno mi puo' dire nulla)? .....dove sta l'azione di integrazione da parte dei musulmani (singoli, comunita' e Paesi Musulmani)? NON hanno sottoscritto neppure la Dichiarazione dei Diritti Dell'Uomo dell'ONU (perche' contraria a certi loro dettami) che io sappia.