Il principio liberale vale anche con gli anti-vaccini

PER APPROFONDIRE: anti vaccini
Caro Direttore,
mi è stato segnalato, e ho quindi letto con grande preoccupazione, che il Gazzettino ha pubblicato in data 6 luglio una pagina intera pagata da Corvelva, nota organizzazione antivaccinista il cui sito contiene sia messaggi antivaccinisti, sia pubblicità per medici recentemente radiati dall'ordine. La pagina pubblicata contiene anche una citazione del Prof. Luc Montagner, del tutto senza senso in tale contesto e completamente fuorviante. Credo che chi ha permesso la pubblicazione di questa pagina abbia fatto una cosa assolutamente vergognosa, e molto pericolosa per la salute pubblica. Non credo serva ribadire quanto sia importante sostenere in tutti i modi la campagna in corso per le vaccinazioni. Chiedo pertanto a codesto giornale tre cose. 

1. Se per arrotondare lo stipendio (da povero docente universitario non colluso con aziende farmaceutiche vaccinali o altro) io vi procurassi della pubblicità del KKK sarebbe permessa la pubblicazione?

2. Per favore, non mi si dica che siccome questi pagavano avete dovuto accettare la pagina.

3. L'opinione di uno sconosciutissimo infettivologo che dal 1994 a oggi ha pubblicato due lavori su riviste internazionali di scarso valore e uno su una rivista italiana, vale quanto quella del sottoscritto (339 articoli, 14.900 citazioni) o del più grande immunologo italiano, noto pro-vaccinista, il Prof. Alberto Mantovani?

Il giornale pubblica questa autorevole opinione. E che sia un avviso a pagamento forse non viene recepito da tutti. Bisogna pensare ai danni che si possono fare pubblicando certe pagine.


Prof. Andrea Cossarizza


Caro lettore,
evidentemente lei è un lettore assai distratto del Gazzettino, altrimenti saprebbe che questo giornale si è schierato senza se e senza ma a favore delle campagne di vaccinazione. Anche in questa rubrica in più di un'occasione ho ribadito tutte le nostre riserve nei confronti delle organizzazioni anti-vacciniste, mettendo in guardia da guerre di religione che si fondano spesso su pregiudizi anziché su verità scientifiche. Detto ciò, vorrei farle presente che i sostenitori del no ai vaccini non sono stati messi fuori legge in Italia. Hanno diritto di parola e di espressione. E vergognoso non è consentire loro di dire ciò che pensano, ma impedirglielo come mi sembra lei vorrebbe si facesse. Mi dispiace ma da noi vale ancora un sano principio liberale: non la penso e non la penserò mai come te ma farò di tutto per consentirti di esprimere le tue idee.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 11 Luglio 2017, 13:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il principio liberale vale anche con gli anti-vaccini
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-07-12 10:51:32
## Il commento inviato ieri,poco serio e molto faceto,non e' passato. Era per evidenziare che questa storia dei vaccini ormai sta un po' rompendo.Penso che ognuno decidera' in liberta',secondo scienza e coscienza.Io fui vaccinato,mio figlio lo vaccinai,adesso non ci penso.Pensate invece a vaccinare i milioni di '' ospiti'' che stanno arrivando,le famose '' risorse'' .
2017-07-12 10:32:50
Se il diritto di espressione viene prima del diritto alla salute pubblica (di coloro che non vogliono prendersi le malattie) è tutto da vedere però. Trovo che negli ultimi tempi sembra che il diritto di parola ed espressione stia prevaricando gli altri diritti, ormai è diventato più importante ciacolare che tutto il resto, ci hanno fatto pure un partito politico sulla libertà di dire sciocchezze (cinque stelle).
2017-07-14 20:59:15
Commento 10 e lode!
2017-07-12 06:28:45
E' facile cedere alla soluzione apparente e piu' facile, per cui non bisogna studiare tanto, specie quando fa caldo e si suda . Se un triangolo rettangolo ha i cateti che misurano rispttivamente 3 e 4 unita' , quanto misura l'ipotenusa? Risposta facile che vien ein mente ai superficiali: 3+4 uguale a 7. Ma..vuoi che Pitagora sia ancora famoso per questo? Risponde chi e' poco propenso a scervellarsi e a verificare" Ma che m'importa, e' piu' facile cosi'." Cominciano da piccoli e continuano da grandi , specie se questa psudoregola viene diffusa in modovirale coi social e non rimane confinata tra i siparietti umoristici di un'auletta.
2017-07-11 18:35:47
... solo ascoltando più campane se ne può apprezzare il suono.. che per alcuni sarà musica per altri solo rumore.. paradossalmente parlar male di una cosa è il modo migliore per reclamizzarla.. le opinioni non sono mai ne false ne pericolose . lo diventano quando diventano dictat o imposizioni..