"Dolomiti in guerra", guide del Gazzettino
tra i fortini e le trincee della montagna

Due volumi su cartine, itinerari, foto e testimonianze che
raccontano dolori e fatiche del Primo conflitto mondiale

Il primo dei due volumi sulla guerra
VENEZIA - Camminamenti, trincee, postazioni, vie ferrate: accanto ai superbi scenari naturali, alle ricchezza della flora e della fauna, le Dolomiti conservano, com’è noto, una copiosa eredità di installazioni e reperti bellici, che offrono ulteriori occasioni di svago o di approfondimento culturale all’escursionista. Tutto questo è descritto e soprattutto illustrato nei due libri "Dolomiti in guerra" (a cura di Walter De Cassan e Renato Zanolli), che il Gazzettino offre in edicola (primo volume già disponibile a 6.90 € più il costo del giornale - in corso di ristampa -, secondo volume, allo stesso prezzo, disponibile dal 16 marzo).

La fitta rete di itinerari, con cartine dettagliate e un ricco corredo di foto storiche e attuali, va a comporre due tomi per 350 pagine complessive, che coprono i comprensori della Marmolada, della Valle del Biois, di Fodom, del Col di Lana, del Passo Sella, della Val di Fassa, della Val Badia, del Passo Pordoi e della Val Gardena. Nelle pagine scorrono il racconto delle vicende belliche, ma anche alcune testimonianze dei protagonisti del tempo, generali come soldati semplici o civili travolti dalla bufera, alternati alle descrizioni degli itinerari per raggiungere la linea del fronte o i manufatti bellici ancora visibili, dai camminamenti alle trincee, dalle postazioni alle vie ferrate, senza dimenticare le baite, i rifugi o gli alberghi che possono accogliere l’escursionista.

Ma le pagine forse più significative dei due volumi sono quelle occupate dalle immagini storiche, che bene illustrano i dolori e le fatiche del conflitto: ci sono i soldati "inchiodati" nelle trincee ma anche le spettacolari foto delle gallerie della Città del ghiaccio sulla Marmolada, le azioni belliche ma anche i momenti di svago dei militari, oltre alla documentazione delle operazioni più ardite richieste per portare in quota gli arsenali e le dotazioni logistiche necessari a portare avanti il conflitto.

giovedì 7 marzo 2013



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
"Dolomiti in guerra", guide del Gazzettino
tra i fortini e le trincee della montagna
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
Indietro
Avanti