I soldi delle pensioni ai giovani? Sì ma i tagli solo a quelle d'oro statali

Ho letto il pezzo di Oscar Giannino, dove asserisce che i pensionati dovrebbero rinunciare ad una parte della pensione in favore del lavoro dei giovani. In parte, sarei d'accordo con lui, ma non un taglio indiferenziato, e generalizzato, io proporrei di tagliare le pensioni e tutti gli stipendi dei dipendenti pubblici, eccedenti i 2000 euro netti al mese, in più metterei un tetto agli stipendi a 5000 euro netti al mese. Tutto questo perché penso che proprio quelli che fino ad ora hanno goduto dei privilegi dati da questo Stato, sono quelli che adesso che lo Stato è sull'orlo del baratro, dovrebbero avere il dovere morale di fare sacrifici per salvarlo. inoltre, vorrei ricordare al Sig. Giannino, che la maggior parte dei pensionati, hanno lavorato una vita, con stipendi da fame versando fior fiore di contributi, e che nel 90% dei casi, vengono ripagati con pensioni da terzo mondo, e tutto per mantenere i privilegi di quella minoranza di cui anche lui fa parte. Adesso, lo so che beccherò del populista, ma non me ne frega nulla, è adesso che si vedono i patrioti, non basta riempirsi la bocca di tricolore.
Gianfranco Braido
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 17 Febbraio 2017, 14:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
I soldi delle pensioni ai giovani? Sì ma i tagli solo a quelle d'oro statali
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-02-18 18:51:39
Il Sistema previdenziale italiano non è in equilibrio. Significa che prima o poi salta tutto e chi ci rimette di più saranno le nuove generazioni. L'unica cosa da fare è intervenire sulle pensioni in essere: quelle calcolate col generoso sistema retributivo che sono la stragrande maggioranza. Più si aspetta e peggio sarà ! Un piano B, non c'è.