Vaccini, genitori scrivono a Grasso: «Non tirate il freno a mano sul decreto»

PER APPROFONDIRE: lettera, pietro grasso, vaccini
Vaccini, genitori scrivono a Grasso: «Non tirate il freno a mano sul decreto»
Il provvedimento sull'obbligo vaccinale al Senato «ogni giorno viene esautorato un po', per compiacere una forma di comunicazione che non dovrebbe dettar legge; chi urla più forte oggi pare averla vinta». A scriverlo è Corinna Verniani, mamma di una bimba che non può essere vaccinata, in una lettera che verrà inviata oggi al presidente del Senato Pietro Grasso, sottoscritta da migliaia di genitori. In poche ore dopo la diffusione su Facebook, segnala il sito IoVaccino, già 2500 persone avevano sottoscritto l'appello, compresi scienziati come l'epidemiologo Pierluigi Lopalco e il virologo Roberto Burioni. «Non consentiamo ad insegnanti e medici di dare il buon esempio - si legge - alleggeriamo le sanzioni fin quando al massimo non daremo un simpatico buffetto a chi non vaccina i propri figli senza motivo valido. Noi non siamo necessariamente per il rigore, ma i tentennamenti non sono ammessi, qualsiasi strada si scelga di intraprendere. Essere un legislatore ed essere un parlamentare richiedono qualità morali che sembrano vacillare al primo sussulto di piazza. Bisogna essere all'altezza del proprio ruolo nella società e nella storia e bisogna esserlo guidando le persone nella direzione della ragione e non inseguendo gli urlatori». Sul decreto, sottolinea Verniani, che ha già dovuto cambiare scuola alla figlia per i troppi non vaccinati, si sta "tirando il freno a mano". «Abbiamo ascoltato parole tra gli scranni del Senato che fanno tremare i polsi e rivelano quanto radicate siano l'ignoranza e la scaramanzia - sottolinea -: vaccini metallici, vaccini al tungsteno, improvvisati trattati di immunologia. E poi, dopo aver mostrato la volontà di travalicare il momento attuale che inclina pericolosamente verso l'antiscienza, tirate così il freno a mano?».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 17 Luglio 2017, 13:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vaccini, genitori scrivono a Grasso: «Non tirate il freno a mano sul decreto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-07-17 20:07:51
Mia figlia vorrebbe il vaccino contro le mestruazioni...
2017-07-17 16:07:48
gente che parla a sproposito senza ragione e senza fondamento ce n'è fin troppa, sbraitano e manifestano contro i vaccini e non hanno approfondito fino in fondo la questione, solo per partito preso, solo per aggregazione e per spirito di contraddizione danneggiando la salute di molti e purtroppo bambini. Le malattie virale contratte in tenera età possono avere effetti collaterali gravi ed in percentuale sono maggiori rispetto a quelli causati dal vaccino, è responsabile quindi scegliere il male minore o vogliamo protestare solo per il piacere di farlo?
2017-07-17 16:07:03
Pongo una domanda: quanto democratico è imporre un qualcosa per la mia personale salvaguardia? Fino a che punto una mamma è giusto chieda che tutti i genitori mettano da parte dubbi e paure FONDATI perchè lei vuol stare sicura? Perchè a lei dovrebbe esser riconosciuto questo privilegio A SCAPITO di tutti coloro che nutrono dubbi sulla vaccinazione furiosa? Spiace per il suo caso, ma se mi fate un discorso sul sacrificio di uno per la collettività, qui decade, perchè la signora è un caso e non può obbligare una collettività. Per vivere bene con sua figlia mette a rischio tutti i figli degli altri? Brava, complimenti davvero. Lo saprà che se anche vacciniamo a tappeto non sarà protetta comunque mai, vorrà mettere l'intera Italia sotto una bolla? Fermare import ed export con tutti quei Paesi europei dove non esiste obbligo alcuno? Fermare il turismo? Cara Signora, nell'augurarle ogni bene, le consiglio di informarsi meglio: l'età che contagia maggiormente non è quella dei bambini. Assurda richiesta che fa leva sul pietismo, come imporre la soppressione di tutti i cani e l'allontanamento coatto da scuola di tutti i bambini che hanno cani in casa perchè sua figlia è allergica al pelo.
2017-07-17 16:01:56
Ma la gentile signora si rende conto????non siamo un gruppetto di urlatori,siamo centinaia di migliaia che ce ne stiamo uscendo allo scoperto per una liberta' di scelta negata. Peccato che la stampa,questo giornale in primis,dia retta solo a posizioni come la sua...Pazienza,non ci stiamo organizzando e NON VACCINEREMO MAI!