Il ministro Martina: «Bloccata la vendita on line di 30 milioni di lattine di falso prosecco»

PER APPROFONDIRE: lattine, martina, prosecco
Il ministro Martina: «Bloccata la vendita on line di 30 milioni di lattine di falso prosecco»
«Abbiamo bloccato la vendita potenziale di 30 milioni di lattine di falso Prosecco, che erano pronte per essere vendute sulla piattaforma e-commerce cinese Alibaba». Lo annuncia il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina sul suo profilo Facebook nel sottolineare che «l'operazione dell'Ispettorato repressione frodi del nostro Ministero dà il segno della grandezza del fenomeno delle contraffazioni, e - aggiunge - spiega concretamente come l'Italia sia all'avanguardia nel contrasto. Abbiamo portato avanti più di 2mila interventi di protezione con risultati di valore. Siamo l'unico Paese al mondo ad avere accordi con i più importanti player del web, come eBay, Google e Alibaba, per garantire tutela alle nostre Dop e Igp pari a quella che hanno i marchi commerciali».

Il Prosecco, afferma la Coldiretti nell'esprimere apprezzamento per l'operazione, «guida la classifica dei vini italiani più taroccati con le imitazioni diffuse in tutti i continenti dal Semisecco al Consecco e Whitesecco. Il successo esplosivo del Prosecco all'estero, dove nel 2016 ha fatto registrare l'aumento record del 25% delle vendite, moltiplica i tentativi di imitazioni. Un rischio accresciuto dal commercio elettronico per un successo tutto italiano con una produzione che - stima Coldiretti - ha raggiunto 410-415 milioni di bottiglie».

«Per battere davvero l'italian sounding - prosegue il ministro Martina - dobbiamo aiutare le nostre aziende ad essere presenti sui mercati internazionali. Abbiamo bisogno di accordi giusti per superare i muri che penalizzano soprattutto le piccole imprese. Per questo abbiamo voluto aprire l'Italian pavilion su Alibaba in occasione della Giornata del vino del 9 settembre. Passiamo da 50 a 120 aziende vinicole italiane coinvolte. Un ulteriore tassello operativo dell'accordo siglato tra Jack Ma e Matteo Renzi lo scorso anno in Cina». Tra le aziende coinvolte quest'anno la toscana Castello Banfi: «è una esperienza - ha detto il dg Enrico Viglierchio alle previsioni vendemmiali Uiv-Ismea - che ci farà capire un pò di più il mercato cinese e l'evoluzione della distribuzione, ma c'è molto da fare anche per informare e formare sul bere enoico il consumatore medio».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 7 Settembre 2017, 19:52






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il ministro Martina: «Bloccata la vendita on line di 30 milioni di lattine di falso prosecco»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-09-11 08:40:34
probabilmente molto più buono di quello prodotto ormai in qualsiasi angolo del vennetto....hahahahahaahahahahaahahahahahahahaha....ciao.
2017-09-09 18:10:17
probabilmente molto più buono di quello prodotto ormai in qualsiasi angolo del vennetto....hahahahahaahahahahaahahahahahahahaha....ciao.
2017-09-08 10:33:24
Tanto il prosecco tarocco c'e lo propinano anche qui da noi. Perché pensate che una bottiglia di prosecco venduta al supermercato a 2,90 € sia prosecco autentico? Cerchiamo di essere seri!
2017-09-10 04:56:25
Chi conosce la differenza tra un "tarocco propinato" e un "tarocco autentico"? Siamo diventati esperti in taroccologia! Mi dica lei se un prodotto fatto entro i confini della Regione istituita nel 1970, è diverso da quello fatto pochi chilometri più in là. Come si fa a distinguere un “Fontana” originale di Duchamp da uno taroccato? Poi, in ultima analisi, questo era uno dei prodotti nato all’inizio “taroccando” lo “champagne”, o no?
2017-09-08 10:11:44
Avendolo fatto un ministro comunista di un governo comunista di un paese pieno di comunisti, ora attendiamoci gli strali leghisti.