Corpo Forestale addio, 7 mila agenti trasferiti ai Carabinieri: pioggia di ricorsi

PER APPROFONDIRE: carabinieri, forestale, ricorsi
Caos Forestale, in 7 mila diventano carabinieri: valanga di ricorsi

di Michela Alllegri

Dopo centonovantaquattro anni di storia, il Corpo forestale dello Stato non esiste più: per effetto della legge Madia di riforma della pubblica amministrazione, dal primo gennaio le sue funzioni sono state quasi per intero trasferite all’Arma dei Carabinieri. Una pioggia di ricorsi, però, sarebbe pronta a invadere i Tribunali amministrativi. I documenti sono già pronti, devono solo essere inoltrati: agenti di vario ordine e grado stanno pensando di opporsi in massa ai trasferimenti e, soprattutto, all’incorporamento "forzato" in un’istituzione militare. In prima linea il Sapaf, il maggior sindacato del Corpo guidato da Marco Moroni, che non intende mollare la presa nonostante sia ufficialmente sciolto.

Prima della riforma, infatti, la Forestale era un’istituzione civile. Non è tutto. A quanto sembra, in queste ore di assetto nell’Arma reggerebbero caos e apprensione per lungaggini amministrative e problematiche organizzative.
Solo per fare un esempio: il giorno del trasferimento ufficiale, all’inizio del mese, le nuove divise degli ex forestali non erano ancora arrivate. C’è chi si è dovuto presentare al lavoro in abiti civili. Il rischio è che i ricorsi vengano depositati in tempi record, cavalcando i ritardi dei decreti attuativi della legge. I settemila ex agenti del Corpo andranno per la maggior parte a confluire nell'Arma dei Carabinieri, e assumeranno un nuovo ruolo militare: componenti del “Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare dei Carabinieri”. Non sarà però solo l’Arma ad accogliere gli ex forestali. In 30 si arruoleranno nella Guardia di Finanza. Circa 120 andranno a fare parte del Corpo dei Vigili del Fuoco. In 123 finiranno tra le fila della Polizia di Stato. Qui, 117 di loro si occuperanno della tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Sono stati selezionati tenendo conto della «frequenza dello specifico corso di formazione di attività di ordine pubblico in assetto e della minore età anagrafica», si legge nella circolare del Viminale che comunica il loro trasferimento nel «Reparto Mobile più vicino alla attuale sede di servizio».

La maggio parte di loro verrà trasferita lontano da casa, anche a 200 km di distanza, per raggiungere i reparti mobili situati nei capoluoghi. L’accorpamento della Forestale nei Carabinieri è stato voluto dalla riforma Madia soprattutto per un contenimento della spesa pubblica. La trasformazione promette di assicurare una maggiore efficienza dei costi di gestione e risparmi fino a 100 milioni di euro in tre anni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Gennaio 2017, 08:10






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Corpo Forestale addio, 7 mila agenti trasferiti ai Carabinieri: pioggia di ricorsi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2017-01-13 10:28:39
avete mai provato ad andare in qualche sede della forestale? un sacco di gente, in divisa ed in borghese che bighellonano, chiacchierano, non si capisce cosa fanno, e se chiedi, nessuno sa nulla e ti mandano da uno, poi da un'altro e da un'altro ancora . . . . .
2017-01-12 18:33:58
.... forestale. ex milizia forestale nel ventennio e guardia particolare del dux quella scritta vegetale ( perché fatta di pini ed abeti ) sul monte retrostante roma a suo ricordo è cosa loro . negli anni settanta partecipa al golpe borghese ( doveva occupare la sede della rai con allievi di Cittaducale ), passa attraverso lo scontro stato regioni per le competenze ( boschi foreste e vincolo idrogeologico ) degli anni ottanta. vivacchia per un po e si perde successivamente in mille rigagnoli più o meno tesi a visibilità.. abbandonata la foresta e la tutela idrogeologica il suo compito è scemato.. e questo gli ha scavato la fossa.. ma ora ha l'occasione per risorgere non tanto come araba fenice ma come vera fbi dell'ambiente... ma solo se lo vorrà ..
2017-01-12 15:42:12
nel cambio i forestali ci guadagnano eccome. NOn so lo stato che cosa ci guadagni dato che portando la divisa dei CC dovranno essere per forza addestrati ai ruoli di polizia giudiziaria e tutti saranno considerati idonei anche se NON sono stati assunti a suo tempo con quelle caratteristiche. ne vedremo delle belle. Valeva proprio la pena questa manovra con tutti i problemi che ci sono in Italia ora dato che non ci sarà praticamente nessun vero risparmio?
2017-01-12 14:23:19
se il corpo forestale dello stato diventa arma cc , non capisco proprio il problema ne il mal contento anzi , dovrebbero considerarlo un onore , diversamente , i lavoratori privati che per colpa della fornero e poi renzi , sono diventati ormai carne da polpette senza lavoro e senza tutele ,allora loro , cosa dovrebbero fare ?
2017-01-12 13:54:00
Se cercate su internet sul sito del Corpo Forestale scoprite che aveva 9360 dipendenti. 145 di questi avevano un ruolo (stipendio) equivalente a quello di Generale. Con altri 3500 tra ufficiali e sottufficiali. Altri 850 erano "periti", "revisoei" e "collaboratori". Praticamente "per boschi" quanti ne andavano per regione ? Un paio di centinaia ? Certo, va considerato che in italia (minuscolo) lo stipendio e' ineluttabilmente legato al grado (non alla funzione o all'anzianita': ovvero invecchiando sali comunque di grado). E le altre amministrazioni non e' che siano messe meglio. Ma sono dati che fanno riflettere. Pochi 90 milioni di risparmio ? Non tantissimi, ma sono praticamente 1000 euro a dipendente. Se li moltiplicassimo per ogni amministrazione pubblica allora si che sarebbero "bei soldi" ..