Perugia, espulsa marocchina di 44 anni: «Su Fb inneggiava all'Isis»

PER APPROFONDIRE: alfano, espulsione, isis
Espulsa donna marocchina di 44 anni, Alfano: «Su Fb inneggiava all'Isis»
 «È stata espulsa oggi, in esecuzione di un mio decreto, una cittadina marocchina di quarantaquattro anni, rimpatriata con un volo partito da Fiumicino e diretto a Casablanca». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, sottolineando che la donna, residente a Perugia, aveva manifestato «chiari segnali di radicalizzazione religiosa, dichiarando la propria vicinanza all'ideologia dell'autoproclamato Stato Islamico e pubblicando sul suo profilo Facebook contenuti tali da determinarne il blocco».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 23 Settembre 2016, 19:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Perugia, espulsa marocchina di 44 anni: «Su Fb inneggiava all'Isis»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2016-09-23 21:10:48
questo alfino ogni volta che manda via dall,italia un marocchino lo fa sapere a tutti gli italiani..ma non dice che ne porta qui migliaia tutti i giorni. un povero...i .ringo alberoni
2016-09-23 21:20:56
Alfano ci devi dire quanti di questi ne hai sbarcati oggi, e quanti inneggiano all'Isis nelle centinaia di Moschee abusive camuffate da centri culturali, caro Ministro dell'invasione.
2016-09-23 21:41:47
Una?? Al di là dei buonisti confusi che popolano il paese, ebbene non esiste un solo, e ripeto un solo islamico che voglia integrarsi, adattatarsi ,partecipare,condividere,e fare suo il nostro credere, modo di vivere,cultura. Fingono di assimilare fin quando non saranno maggioranza....poi scoprirete tardivamente a chi avete dato ospitalità!
2016-09-23 21:56:20
Una inneggia su Facebook (incauta) e le altre (più caute) covano sotto il velo o dietro il niqab o il burqa. Una viene espulsa (salvo poi tornare) e le altre restano. Idem i loro mariti, solo che sono liberi di vestire all'occidentale e danno meno nell'occhio.
2016-09-23 22:35:41
Per una che va, mille ne arrivano...