New York Times contro il M5S: «Loro crociata contro vaccini ha alimentato diffusione morbillo». Grillo: «Una balla»

PER APPROFONDIRE: m5s, nyt, vaccini
NYT: «Crociata M5S contro vaccini»  L'ira di Grillo: «Questa è una balla»
'Populismo, politica e morbillò: è il titolo di un editoriale del New York Times che mette nel mirino il Movimento 5 stelle e ammonisce sul pericolo che in questi tempi di post verità possono rappresentare «le bugie, le teorie cospirative e le illusioni diffuse dai social media e dai politici populisti». Tra gli esempi citati, l'opposizione ai vaccini che ha portato ad una grave diffusione di morbillo in Italia e in alcuni altri Paesi europei.

Il giornale ricorda che anche il presidente americano Donald Trump ha alimentato lo scetticismo sui vaccini, assecondando l'ipotesi - infondata - di un legame con l'autismo. «In Italia - scrive il quotidiano - il movimento populista Cinque stelle ( M5s) guidato dal comico Beppe Grillo ha fatto attivamente campagna su una piattaforma anti vaccini, ripetendo i falsi legami tra vaccinazioni ed autismo. Per questi e altri scettici, la diffusione del morbillo in Italia dovrebbe suonare come un allarme forte», ammonisce il Nyt citando l'aumento di caso dal 2015. «L' M5s forse - osserva il giornale - non è responsabile per l'intera diffusione, dato che lo scetticismo sui vaccini è anteriore alla crescita del partito. Ma la percentuale di bambini di anni vaccinati è calata costantemente negli anni recenti. Combattere lo scetticismo sui vaccini - conclude il quotidiano - non è facile, perchè neppure gli innumerevoli studi sanitari che negano qualsiasi legame tra vaccini e autismo sono riusciti a penetrare la coltre distesa da Grillo e persone come lui. La diffusione del morbillo fornisce alle autorità sanitarie un'opportunità di rafforzare la loro argomentazione sottolineando la concreta evidenza di quello che segue inevitabilmente quando le vaccinazioni calano».

La replica. «Oggi il New York Times ha pubblicato un articolo in cui afferma che 'In Italia il movimento Cinque Stelle (M5S) guidato da Beppe Grillo ha portato avanti una campagna attiva su una piattaforma anti vaccini ripetendo i falsi legami tra vaccinazioni e autismo'. A sostegno di questa balla non c'è nulla, neppure un link, un riferimento, una dichiarazione. Nulla. Non c'è perché è una balla». Lo scrive sul suo blog Beppe Grillo, accusando il Nyt di «fake news». «Non esiste nessuna campagna del MoVimento 5 Stelle contro i vaccini - continua Grillo sul suo blog - Né una piattaforma Anti vaccini, né sono mai stati ripetuti falsi legami tra vaccinazioni e autismo. Il danno più grande che posso aver fatto per il diffondersi delle malattie infettive è stato contagiare qualche bambino da piccolo, ma non essendoci più i miei non posso verificare, forse possono farlo i segugi del New York Times». «Si prega il direttore del giornale di dire quali sono le fonti su cui si basa questa fake news e di chiedere subito scusa per questa bufala internazionale. Bisogna rendere subito obbligatorio un vaccino contro le cazzate dei giornalisti», conclude.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 3 Maggio 2017, 09:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
New York Times contro il M5S: «Loro crociata contro vaccini ha alimentato diffusione morbillo». Grillo: «Una balla»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 43 commenti presenti
2017-05-04 12:46:01
Spero che qualche ronzino credendo alle sue di frottole non abbia comperato i titoli della banca MPS...che secondo lui erano sicurissime e remunative .
2017-05-04 11:40:41
Nessuna balla, ci sono prove solidissime di quello che hanno detto i cinque stelle in più tempi.
2017-05-04 11:39:22
Tipi strani i grillini, puoi dar loro da intendere che la terra è quadrata ma non che il sole brilla in cielo. Mah.
2017-05-04 08:19:13
Ho passato tantissimi anni all'estero ( nord Europa ) e li per avere il permesso di soggiorno e di lavoro dovevi sottoporti a visite mediche per ottenerlo e una volta ottenuto non dovevi piu sottoporti a nessuna altra visita medica obbligatoria o vaccinazione di sorta se non quello dei normali controlli e consigli del medico di famiglia . Ritornato in Italia ho dovuto io come milioni di lavoratori del turismo e della distribuzione gastronomica per lavorare a sottopormi annualmente a delle ( dovevi mostrare le mani a una impiegata e rispondere se la notte prima avevi avuto la diarrea ) stupide e inutili visite mediche per ottenere il LIBRETTO SANITARIO; poi lastre-RX,tamponi ,test TBC ,esami del sangue ,delle feci e ogni due anni vaccinazioni e che ti lasciavano per minimo di una settimana nei dolori piu lancinanti...che neanche piu sederti e camminare potevi...e non era un problema solo mio ma di tutti quelli del settore turistico e gastronomico . Attualmente per ottenre il L.Sanitario si fanno 4 ore di cultura igenica con quattro domandine demenziali e magicatamente non hai piu bisogno di niente altro se non di pagare il corso...naturalmente anche questo corso serve solo per mangiarti soldi dal momento che chi ha frequentato la Scuola Alberghiera non ne ha sicuramente bisogno dal momento che e materia d'insegnamento approfondita . Ora chi ci ha marciato sopra per decenni con tutti quei milioni di esami e vaccinazioni e chi ci marcia ora sopra con questi ridicoli corsi igienici . Poi ci si chiede perche non ci si fida a occhi chiusi delle Istituzioni . Magari ci fosse stato all'epoca chi avesse sollevato delle perplessita a riguardo di quello che ho scritto sopra . Probabilmente ci saremo risparmiati tanta salute, tanti soldi e tanto tempo. Attilio Renier
2017-05-04 08:13:51
Si è una balla detta e ridetta da un certo grillo, ci sono interviste e filmati in proposito.