Arezzo, uccise il marito dopo un diverbio: condannata a 8 anni

PER APPROFONDIRE: arezzo, condanna, marito, moglie, omicidio
Uccise il marito a fucilate durante un diverbio: condannata a 8 anni
Alla vigilia dell'udienza definitiva di divorzio, aveva ucciso il marito con un colpo di fucile, subito dopo l'ennesima lite. Ora, Paola Marzenta, cinquantottenne, è stata condannata a 8 anni di reclusione. I fatti risalgono al 18 ottobre dello scorso anno e sono avvenuti a Lonnano, nel comune di Pratovecchio-Stia, in provincia di Arezzo. La vittima, Dino Gori, aveva 64 anni.

La sentenza è stata emessa oggi dal Tribunale di Arezzo. Il pubblico ministero Andrea Claudiani aveva chiesto
una condanna più severa: 14 anni di carcere. Il giudice, però, ha riconosciuto parte delle attenuanti richieste dalla difesa. Nel conteggio della pena è stata determinate la svolta dal dottor Mauro Mauri, dell'Università di Pisa, che
attestava la parziale infermità mentale della donna. L'imputata resterà in carcere a Sollicciano, dove è stata portata subito dopo l' arresto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 22 Agosto 2017, 21:39






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Arezzo, uccise il marito dopo un diverbio: condannata a 8 anni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti