Governo, Amato verso l'incarico. Letta e Alfano vicepremier

PER APPROFONDIRE: napolitano, giuliano amato, quirinale, colle
Giorgio Napolitano e Giuliano Amato
ROMA Solo dalla direzione del Pd di oggi pomeriggio si capirà quale composizione e durata potrà avere il possibile esecutivo di larghe intese che ieri Giorgio Napolitano ha dato per inevitabile vista anche, e soprattutto, la matematica. I tempi sono strettissimi e nelle parole di ieri del Capo dello Stato si scorge l’intenzione di chiudere tutto in settimana dando l’incarico domani, con il doppio voto di fiducia entro sabato. D’altra parte occorre battere il ferro fin che è caldo senza lasciare tempo ai partiti di costruire nuove opzioni più o meno paralizzanti.

Mentre Berlusconi punta deciso ad interpretare alla lettera l’invito del Capo dello Stato ed è pronto a mettere in piedi un governo politico e di legislatura, a sinistra le contorsioni non sono ancora cessate e ieri sera a Palazzo Grazioli si guardava con una certa apprensione al numero di coloro che nel Pd diranno «no» o subordineranno la nascita dell’esecutivo ad un orizzonte temporale. Nel destino a breve del Pd e del Pdl sembra esserci solo la nascita di un esecutivo di larghe intese, con il Quirinale nel ruolo propulsore di una legislatura che di fatto non è ancora cominciata. Ai blocchi di partenza è schierato già il possibile presidente del Consiglio: Giuliano Amato. Il dottor Sottile è infatti tra coloro che lo stesso Napolitano ha più volte consultato nel corso di un settennato difficile ed è in pole position nella corsa a palazzo Chigi. A meno che i due principali partiti non arrivino ad un’intesa su altro nome. Eventualità che il Quirinale non esclude, ma che sembra impossibile viste le tensioni esistenti a sinistra e i mugugni che serpeggiano anche nel centrodestra con la Lega pronta a chiamarsi fuori riequilibrando di fatto il ”no” a sinistra pronunciato già da Sel. Se il Pd oggi pomeriggio conterrà i dissensi che potrebbero prodursi in aula in un ”no” alla fiducia, la strada del governo Amato potrebbe spianarsi mentre verrebbe archiviata l’ipotesi di un incarico a Enrico Letta che potrebbe comunque avere nel nuovo esecutivo un ruolo di rilievo come vicepremier insieme ad Angelino Alfano.

POLTRONE

Sulla carta un governo Pd-Pdl-Scelta Civica può contare su 455 voti a Montecitorio e 240 al Senato. Una maggioranza bulgara che potrebbe rafforzarsi mettendo ministri politici nell’esecutivo come pretende il Pdl e come, raccontano, lo stesso Alfano ieri abbia ribadito di nuovo al Capo dello Stato. Oltre al segretario del Pdl, Berlusconi potrebbe dare il via libera al saggio Gaetano Quagliariello, candidato alle Riforme, ad una donna come l’ex ministro Gelmini o alla parlamentare Bernini. In odore di poltrona ministeriale anche l’ex presidente del Senato Renato Schifani. All’Economia sembra difficile la riconferma di Grilli ed è probabile che si decida di pescare in Bankitalia con il direttore generale Saccomanni o il ”saggio” Salvatore Rossi che, in alternativa, potrebbe comunque finire alle Funzione Pubblica. Tra i dieci saggi a suo tempo nominati da Napolitano si pescheranno le figure più tecniche che serviranno a completare la rosa dei ministri qualora i partiti fatichino a dare indicazioni. L’ex presidente della Basilicata Bubbico potrebbe essere una delle indicazioni provenienti dal Quirinale, mentre il suo compagno di partito, Francesco Boccia, viene candidato per dicasteri difficili come il Lavoro o lo Sviluppo Economico. Dopo anni di ostracismo, ieri erano i giornali di destra a evocare Luciano Violante alla Giustizia. Agli Esteri, anche in chiave di contenimento della liquefazione della sinistra, potrebbe finire un escluso di lusso come Massimo D’Alema.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 23 Aprile 2013, 09:01 - Ultimo aggiornamento: 09:03




Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Governo, Amato verso l'incarico. Letta e Alfano vicepremier

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
13:08:00, 2013-04-24
@ commento inviato il 24-04-2013 alle 10:47 da boscolo47
Gradisco alquanto il suo sagace sarcasmo Signor Boscolo. I poveri di spirito e di mente, non coglieranno neppure l&#039;urgenza estrema della sua raccomandazione. Il Cav vivr&agrave; in ETERNO ! Alla faccia di coloro che gli vogliono male. Se ne facciano una ragione. Rassegnarsi, rassegnarsi, rassegnarsi ! Mi stia bene. Verdetto PS : Ma l&#039;amico Paladini Della Libert&agrave; dov&#039;&egrave; ? Mi manca alquanto la sua freschezza descrittiva e la sua mordente incisivit&agrave;, contro l&#039;abominio comunista farcito del peggior democristianesimo, trasmutatosi in pseudo democratico. Mi manca moltissimo l&#039;incisivo supporto di questo Paladino Berlusconiano in questa sede e io, tra non molto, dovr&ograve; nuovamente abbandonare il consesso per ragioni cliniche, con straordinario godimento della autoctona marmaglia comunista. Odiare &quot; ad personam &quot; e augurare il male a chi non la pensa come loro, ecco l&#039;unica cosa che riescono a fare veramente bene !
13:07:00, 2013-04-24
@ omician
@ omician &quot; Raglio d&#039;asino non sale in cielo &quot;, recita un vecchio e saggio adagio. &quot; Non ragioniam di lor ma guarda e passa &quot;, aggiungo nei confronti dell&#039;individuo disturbato. @ Carlo Ro La ringrazio sentitamente per la stima che mi rammostra. Cordialit&agrave; a Lei.
10:47:00, 2013-04-24
Farmacie sempre aperte per chi soffre di antiberlusconite
Suggerisco ai commentatori antiberlusconiani di andare in farmacia e procurarsi una scorta di farmaci contro i bruciori di stomaco.- In particolare, a chi ha commentato alle 17,00 del 23/04/2013, visto che dovr&agrave; sorbirsi ancora a lungo la presenza di Berlusconi, aggiungerei degli antidepressivi, dei farmaci contro il travaso di bile ed il mal di cuore.- (boscolo)
19:45:00, 2013-04-23
liberiamolanazionedaicomunistifalliti
strano che spazzatura politica parli d&#039;intelligenza visto che ne &egrave; priva.i gnomi rossi si prendono per mano sguazzando nel loro fango immondo.
18:18:00, 2013-04-23
Amato...
il solo fatto di essere stato un fedele di Craxi dovrebbe farci riflettere molto, moltissimo...non lo hanno capito che siamo stufi delle solite facce che non hanno saputo sistemare le cose quando erano al potere un paio di generazioni fa, anzi...sono quelli che ci hanno portato dove siamo ora. Avra&#039; anche la faccia di una persona seria ma questi politicanti sono bravissimi a farci credere che sono bravi e seri per poi bastonarci a piu&#039; non posso...ha ragione Grillo a urlare e sbraitare...non resta altro da fare se vogliamo evitare la violenza...
Indietro
Avanti