Farmaci ai disabili portati
con i droni: pioggia di richieste

Farmaci ai disabili portati con i droni: pioggia di richieste agli studenti inventori

di Matteo Ceron

CASTELFRANCO - La notizia che all'Ipsia Galilei gli studenti stanno mettendo a punto un sistema per consegnare i farmaci utilizzando i droni ha provocato sollevato molto interesse.



Tanto che a scuola stanno arrivando varie richieste per sapere come utilizzare i droni anche in altri settori. Daniele Pauletto è il docente che sta seguendo i ragazzi di quinta che hanno deciso di realizzare la tesina per gli esami di maturità proprio sui piccoli elicotteri radiocomandati già utilizzati in ambito militare, ma anche per le riprese video.



L'idea iniziale sviluppata nell'istituto professionale castellano è di usare i droni per consegnare i farmaci a casa di persone, come disabili o anziani, che non possono muoversi dalla loro abitazione: la consegna potrebbe essere gestita grazie ad una collaborazione tra le farmacie - alcuni farmacisti hanno già dato la loro disponibilità per dei test - e i ragazzi specializzati nella guida del drone. Ma si può andare oltre i farmaci, i droni possono essere utili per molte altre attività.



«Abbiamo ricevuto molte mail e chiamate di persone che ci hanno richiesto informazioni sul possibile impiego dei droni - spiega Pauletto - Le richieste vanno dal trasporto di oggetti come libri, vestiti, pacchi postali e quant'altro, per arrivare fino alle foto aeree ed addirittura per le pulizie di punti difficilmente raggiungibili». A far notizia a livello mondiale era stata Amazon, che aveva iniziato ad usare i droni per consegnare i libri a domicilio. Ma in un futuro non molto lontano veder arrivare a casa l'elicotterino probabilmente diventerà qualcosa di normale. E quindi anche l'offerta di lavoro a persone specializzate nel loro uso potrebbe espandersi di conseguenza. L'Ipsia di Castelfranco in questo potrebbe fare da apripista nella zona.



«Due scuole negli Stati Uniti, in particolare nell'Ohio - afferma ancora Daniele Pauletto - hanno già avviato una formazione specifica per studenti che intendano intraprendere questa strada e fare dei lavori in cui si utilizzano proprio i droni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 3 Gennaio 2014, 12:17






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Farmaci ai disabili portati
con i droni: pioggia di richieste
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2014-01-04 12:33:43
idea da brevettare Funziona nel mio condominio.Gli esami di laboratorio li scarico col mio computer e li stampo, tanto un anziano se ne frega della privacy.Per i farmaci mi telefona , salgo le scale e passo in farmacia quando vado a far le spesa.Diverso il discorso per paesi isolati, ben venga il drone.Me ne servirebbe uno economico usa e getta , ma non dico per quale scopo...
2014-01-04 11:22:39
Piedi e bicicletta Potremo tornare al telegrafo buttando via i cellulari, al lapis buttando via i computer, in Germania leggevo che portano con i droni i defibrillatori per emergenze in città ... si può essere contro le innovazioni e la tecnologie e restare fermi o provare a sperimentare sbagliando spesso, a me piace l\'idea di questi studenti
2014-01-04 06:06:40
cannone per uccidere una mosca Si può fare con moto di gambe..infatti poi per impiegare le energie in esubero vanno a palestrarsi a pagamento.Le opportunità sono molte,,ma il settore andrebbe disciplinato.Infatti una errata manovra o un guasto ti può appioppare un drone in testa o sul\'auto appena acquistata.Poi ti mandano un drone con le garze, il disinfettante ed una telecamerina per visitarti.Penso invece che se le due Guide alpine decedute sul Pelmo avessero potuto vedere con un drone i due alpinisti bloccati e recapitare un capo di corda ci saremmo rispramiati due vite.
2014-01-04 01:33:47
Andare a piedi o bicicletta Realisticamente parlando, come fai a pagare una persona per andare a consegnare i medicinali? I droni sono un alternativa economica, non puoi caricare 20euro sopra il costo dei medicinali o di quant\'altro, per pagare la persona che si occupa della consegna. Se vuoi fare volontariato e\' un altro paio di maniche
2014-01-03 20:58:06
Basta sparare una cavolata, ed ecco ci si ritrova sul giornale! Addirittura piccoli Einstein. Quando Einstein descrisse le sue ipotesi, non erano certo in molti a credergli. Quando un signor nessuno la spara grossa tutti gli credono. Che brutti tempi i nostri!