Anziani in difficoltà e disabili
I droni portano i farmaci a domicilio

PER APPROFONDIRE: anziani, Castelfranco, disabili, droni, farmaci, Ipsia
Anziani in difficoltà  e disabili  I droni portano  i farmaci a domicilio

di Matteo Ceron

CASTELFRANCO - Consegnare i farmaci alle persone che hanno difficoltà a muoversi utilizzando i droni: sembra fantascienza, invece è realtà.



Sull'uso dei piccoli elicotteri telecomandati, già usati in ambito militare, ma anche per realizzare riprese video, stanno facendo sperimentazioni alcuni studenti dell'Ipsia Galilei di Castelfranco. Alcuni studenti di quinta dell'indirizzo elettronico stanno infatti lavorando ad una tesina sui droni, più in particolare sui droni da usare per la consegna dei farmaci. Si sono già fatte delle prove in collaborazione con una farmacia di Castelfranco e non è escluso che in futuro diventi una pratica diffusa nella città del Giorgione. La notizia che Amazon utilizza i droni per consegnare i libri sta facendo nascere una specie di "droni mania", come la chiama Daniele Pauletto, che sta seguendo i ragazzi dell'Ipsia nel progetto.



«Con gli studenti abbiamo effettuato i primi test per il trasporto dei farmaci con i droni pilotati da iPhone o iPad, oppure radiocomandati - spiega - Abbiamo pensato che un uso utile potrebbe essere quello della consegna dei farmaci a persone, come anziani o disabili, che hanno difficoltà a livello motorio. Abbiamo già effettuato dei test con una farmacia del centro storico che si è messa a disposizione e la cosa sta funzionando. In futuro contiamo di riuscire ad attivare il servizio».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Dicembre 2013, 12:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Anziani in difficoltà e disabili
I droni portano i farmaci a domicilio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2013-12-23 11:38:11
consegne a domicio con i droni Così la vediamo noi di Aerodron..... :-) Buone feste
2013-12-22 18:49:33
mah ce n\'è di paranoia in giro!
2013-12-22 10:33:52
questione di portata.. Una macchina telecomandata avrebbe il ploblema delle barriere architettoniche e la portata del telecomando sarebbe limitata,un elicottero telecomandato avrebbe il problema nel portare il peso di un\'esplosivo e la portata del segnale, il drone vola, porta peso , ed è comandato da gps e non da segnale radio, quindi il terrorista se ne resta al sicuro a debita distanza, il candidato ideale che risolve tutti i problemi dei terroristi che fin\'ora li hanno fatti desistere da questo tipo di attachi. Comunque pensatela come volete, io la penso così.
2013-12-21 21:00:32
X shockwave Se ci fossero terroristi intenzionati a fare attentati, li farebbero tranquillamente in un qualsiasi mezzo pubblico, treno, centro commerciale o in qualsiasi posto con assembramento di persone senza bisogno di utilizzare questi droni. Per la stessa ragione lo avrebbero già fatto con le macchinette radiocomandate o con gli aeromodelli; se l\'ho pensato io...
2013-12-21 18:35:41
Bello ma... E\' bellissimo questo metodo, per uso benefico,ma immaginate se qualche terrorista mette le mani su questi droni?Potrebbe piazzare droni esplosivi ovunque!E se posso pensare io a una cosa simile,sicuramente un terrorista stà già cercando il modo di procurarselo.