Chemlal, il jihadista ferito, si dice pentito e chiede perdono

PER APPROFONDIRE: attentato, barcellona, terrorismo
Chemlal, il jihadista ferito, si dice pentito e chiede perdono
Mohamed Houli Chemlal, il terrorista rimasto ferito nel'esplosione di Alcanar, ha chiesto «perdono» e si è detto «pentito» quando è comparso davanti al giudice. Lo scrive el Pais. Il giovane, 21 anni, originario dell'enclave spagnola di Melilla, ha reso un'ampia confessione alla polizia sui piani del gruppo jihadista responsabile degli attacchi di Barcellona e Cambrils.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 24 Agosto 2017, 10:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Chemlal, il jihadista ferito, si dice pentito e chiede perdono
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2017-08-25 15:56:01
...,si dice pentito e chiede perdono. Non è possibile, questa è una prerogativa cristiana, vuoi vedere che l'Islam si sta annacquando.
2017-08-25 01:11:18
Se bleffa per sviare le indagini è salvo, se non bleffa è già spacciato dai suoi.
2017-08-25 01:10:41
Se bleffa per sviare le indagini è salvo, se non bleffa è già spacciato dai suoi.
2017-08-24 22:40:45
Se ben ricordo c'era una parola in arabo, citata nel Corano, che ben si adatta a questo "pentimento".
2017-08-25 19:02:19
Eccola: "Taqiyya"