Nuovo record del debito a maggio: 2.278 miliardi

PER APPROFONDIRE: bankitalia, debito
Bankitalia: nuovo record del debito a maggio: 2.278 miliardi
Ancora un record per il debito pubblico. A maggio il debito, secondo quanto informa la Banca d'Italia, è stato pari a 2.278,9 miliardi, in aumento di 8,2 miliardi rispetto ad aprile. L'incremento è dovuto principalmente al fabbisogno mensile delle amministrazioni pubbliche (7 miliardi). Pesa l'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (0,5 miliardi), l'effetto di scarti e premi all'emissione e al rimborso, la rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e la variazione del tasso di cambio (0,7 miliardi). Con riferimento ai sottosettori, spiega l'istituto centrale, il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 8,1 miliardi, quello delle Amministrazioni locali di 0,1 miliardi; il debito degli Enti di previdenza è rimasto pressoché invariato. In calo invece  le entrate tributarie : 33,5 miliardi (inferiori di 0,3 miliardi a quelle rilevate nello stesso mese del 2016). 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Luglio 2017, 10:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nuovo record del debito a maggio: 2.278 miliardi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-07-14 12:21:08
Ovviamente immagino senza i 20 miliardi di Euro e ultimamente gli altri 17/18 miliardi di Euro messi a disposizione delle Banche. Come mai il Governo e tutti i Partiti, meno il M5S, hanno votato a favore dei numerosi interventi a sostegno delle banche? Come mai gli stessi Partiti non hanno un'analoga attenzione verso gli oltre 15 milioni di persone e famiglie italiane povere e in difficoltà?
2017-07-15 09:27:00
Allora, far fallire due istituti bancari di così grande rilevanza, avrebbe peggiorato ulteriormente la situazione economica del territorio, quindi sostenerle, in sé, non è un male assoluto. Sul computo monetario, considerando che a noi Italia, i fondi salvastati ci sono costati 63 (sei-tre) miliardi, per "risanare" le banche greche, spagnole, portoghesi e irlandesi, vien da farsi qualche altra domanda... PS: noi non avevamo alcun credito con loro, tedeschi e francesi sì e infatti quei soldi là son finiti...
2017-07-14 11:53:01
" 92 minuti di applausi " cit.