BLOG
Modi e Moda di Luciana Boccardi

La "Paolo Rizzi" ad Asolo dal 14 al
17 settembre con ArtFilmFestival

Punto a capo:  si riparte dal momento glorioso in cui l’intuizione della veneziana Flavia Paulon,  e la forza della sua esperienza acquisita nel mondo internazionale del cinema in quarant’anni di lavoro alla Biennale di Venezia dettero  vita ad Asolo  al prestigioso Festival del  Film d’arte e biografie di artisti .  Dopo varie vicende il Festival di Asolo torna ad imporsi con un  nuovo assetto organizzativo   e concettuale.  Con la sigla di AAFF,  AsoloArtFilmFestival  -  con la direzione artistica di Annamaria Sartor -   fa punto a capo e  per quattro giorni,  dal 14 al 17 settembre  prossimo, presenta un’edizione straordinaria del  Festival che intende riprendersi  lo  spazio prestigioso di vetrina dei film d’arte estesa a varie discipline. Annunciando per il prossimo anno il ritorno alle date originarie, la rassegna  - sostenuta  dalla volontà  propositiva del Comune  e organizzata  da AAFF nella città dei  cento orizzonti (come Carducci amava definire il borgo medievale di Asolo, pieno di fascino che deriva anche dalle sue  pagine di storia e di cultura eccezionali), ha realizzato un calendario ricco di momenti  vivaci, curiosità culturali, esplorazioni nel mondo dell’arte e nel cinema  da scaffale.  Quattro giornate punteggiate da incontri, conferenze, proiezioni, spettacolarità  e convivio  con appuntamenti distribuiti lungo i percorsi asolani  o nel chiostro del convento dei  SS.Pietro e Paolo. Nato nel 1973,  il Festival di Asolo si è arricchito dell’iniziativa del  Premio “Eleonora Duse” da assegnare a un’artista del cinema internazionale ritenuta la più meritevole. La prima edizione del Festival   (1977) premiò Ingrid Bergman che per l’occasione – invitata dall’amica Paulon (non solo fondatrice ma direttore della rassegna)  – soggiornò per qualche giorno ad Asolo.
La scadenza celebrativa di quarant’anni dalla nascita del Premio “E.Duse”  non è sfuggita all’Associazione Culturale Paolo Rizzi” che ha realizzato per  AsoloArtFilmFestival   un programma  interamente dedicato alla  memoria dell’attrice.  Sotto la conduzione dinamica di Rina Dal Canton,  presidente dell’Associazione e attivissima imprenditrice di eventi  culturali,  l’evento  dell’ Associazine  Culturale Paolo Rizzi  aprirà le giornate del Festival  di Asolo nella sede del convento dei  SS.Pietro  e  Paolo con la presentazione del  libro “CON INGRID TRA COLLINE VIOLA” di Luciana Boccardi  ( ed. Supernova)  con intervento dell’autore  e la presentazione di    Vittorio Pierobon.  Nella  stessa sede verrà ospitata  la mostra fotografica  “10 scatti per  Ingrid “  che – con il sostegno di Giulio Malgara costituì uno dei punti di forza del “Tribute to Ingrid  ” .celebrato a Venezia nel  primo anniversario della morte dell’attrice.
Nella sala attigua , oltre a una bacheca di memorie  -  tra cui  oggetti  donati in occasione del centenario della nascita della Bergman da Ferdinando Sandi, Doria,  Eliabetta Armellin , al Museo  veneziano di Palazzo Mocenigo -  l’Associazione Paolo Rizzi ha voluto una singolare capsule d’alta moda ispirata a Ingrid , “New Ingrid look” , aperta ad Asolo  dal 14 al 17  14 settembre.

 

Martedì 12 Settembre 2017, 13:02
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
POST
pubblicato ilMartedì 26 Settembre 2017, 00:52
pubblicato ilLunedì 25 Settembre 2017, 00:51
pubblicato ilDomenica 24 Settembre 2017, 02:00
pubblicato ilVenerdì 22 Settembre 2017, 14:08
pubblicato ilMercoledì 20 Settembre 2017, 03:01
pubblicato ilLunedì 18 Settembre 2017, 01:15
pubblicato ilSabato 16 Settembre 2017, 02:43
pubblicato ilSabato 9 Settembre 2017, 22:49
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER