Venezia. Vogalonga sferzata dal vento
barche rovesciate: 50 finiscono in acqua

Tutti recuperati da volontari e forze dell'ordine. In seimila
alla festa del remo disturbata dalle violente raffiche

Vogalonga, uno dei partecipanti finiti in acqua a causa del vento
VENEZIA (31 maggio) - Sono stati una cinquantina i partecipanti alla Vogalonga di Venezia finiti in acqua oggi a causa del forte vento che ha disturbato la manifestazione e rovesciato molte barche.
Tutti sono stati prontamente recuperati delle squadre di volontari e dalle pattuglie degli agenti della municipale, della protezione civile, della polizia e della guardia di finanza, che hanno provveduto ai primi soccorsi e trasferito al pronto soccorso chi aveva bisogno di ulteriori cure.

Nessuno ha riportato tuttavia conseguenze serie. Per dare conforto ai concorrenti provati dal maltempo e dal vento la Protezione civile comunale ha anche attrezzato nell'androne dell'ospedale civile di Venezia un punto di primo ristoro dove sono state distribuite bevande calde e un'ottantina di coperte.

Imbarcazioni di ogni foggia - dalla gondola a quelle tipiche lagunari o al kajak - ma tutte rigorosamente a remi, hanno dato vita oalla 35. edizione della Vogalonga. Una festa di colori e sforzo fisico, lungo un percorso circolare con partenza e arrivo in Bacino San Marco, toccando varie isole della laguna, a cui hanno preso parte oltre seimila persone.

Nutrita la presenza straniera che con il passare degli anni è andata via via aumentando. La Vogalonga è nata nel 1985 come atto di denuncia contro uno dei mali più gravi della città lagunare, il moto ondoso. Un richiamo a un ritorno alla tradizione del remo, a un rapporto diverso con l'ambiente lagunare, che continua a convivere con una realtà dove il moto ondoso resta uno dei temi più gravi e sentiti per la sopravvivenza di Venezia.

Domenica 31 Maggio 2009



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Venezia. Vogalonga sferzata dal vento
barche rovesciate: 50 finiscono in acqua

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti
Avanti