Investita all'incrocio mentre va a vedere
i risultati a scuola: muore una 13enne

Giorgia Graziano e il luogo dell'incidente a Legnaro (Candid Camera)

di Cesare Arcolini

PADOVA - Il 28 giugno alle 14.35 la tredicenne Giorgia Graziano Ŕ uscita di casa in bicicletta per andare a vedere i tabelloni dei risultati. Cinquanta metri pi¨ lontano, all'incrocio tra via Vittorio Emanuele II e via Cesare Battisti a Legnaro (Padova) ├Ę stata investita da una Citroen Saxo guidata da A.O. di 59 anni di Legnaro.



La ragazzina ha fatto un volo di quindici metri prima di ricadere sull'asfalto priva di sensi. E partita una vera e propria lotta contro il tempo per tentare di salvarla. Il Suem di Piove di Sacco le ha prestato le prime cure ma, data la gravit├á della situazione, la bambina ├Ę stata intubata e poi trasportata in elisoccorso all'ospedale di Padova in prognosi riservata ed ├Ę stata sottoposta ad una lunga operazione nella sala operatoria di Chirurgia pediatrica. I rilievi dell’incidente sono stati effettuati dagli agenti della Polizia locale di Legnaro ma sono ancora tutte da chiarire le dinamiche.



L'unico testimone, ora iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio colposo, ├Ę proprio il conducente della Citroen Saxo. Sul luogo dell'incidente, durante i disperati tentativi di salvare la piccola Giorgia, si sono radunati decine di residenti che hanno ribadito come quel punto della viabilit├á cittadina sia pericoloso e che prima o poi era inevitabile che ci scappasse la tragedia.



Quando si ├Ę diffusa la notizia che il cuore di Giorgia aveva smesso di battere, tutta l'amministrazione comunale di Legnaro, i carabinieri della locale stazione e anche il sindaco di Ponte San Nicol├▓ Enrico Rinuncini, dove la famiglia della vittima ha vissuto parecchi anni, si sono stretti nel dolore e hanno portato le proprie condoglianze ai genitori. Ieri sera alle 18 nella parrocchia di Legnaro don Luciano Forte ha celebrato una veglia di preghiera di fronte ad una folla di fedeli. La data del funerale non ├Ę stata ancora comunicata. Si attende la chiusura delle indagini e il nullaosta della magistratura. Giorgia oltre alla mamma Laura Brinafico, lascia il padre Giuseppe Graziano e un fratellino di 16 anni.



Aveva appena superato con il massimo dei voti l'esame di terza media e adesso stava per iniziare l'attività nei centri estivi di Ponte San Nicolò come aiuto animatore.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 11 Luglio 2012, 09:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Investita all'incrocio mentre va a vedere
i risultati a scuola: muore una 13enne
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti