La storia/ L'atleta bellunese De Pellegrin
sarà portabandiera dei Giochi Paralimpici

Già vincitore di cinque medaglie nel tiro a segno e nell'arco
il 45enne è alla sua 6. partecipazione: «Una cosa fantastica»

Oscar De Pellegrin (a sinistra) in azione agli ultimi Mondiali (archivio)
BELLUNO - Il bellunese Oscar De Pellegrin sarà il portabandiera dell'Italia ai Giochi Paralimpici di Londra 2012. La giunta del Comitato italiano paralimpico (Cip), presieduta da Luca Pancalli, ha scelto il 49enne atleta che sarà alla sua sesta Paralimpiade.

Esperienze a 5 cerchi dal 1992. Nelle precedenti edizioni dei Giochi, De Pellegrin ha gareggiato nelle discipline del tiro a segno e del tiro con l'arco, conquistando, in totale, cinque medaglie. Nel tiro a segno, l'azzurro ha ottenuto un oro ai Giochi di Barcellona nel '92 e un bronzo ad Atlanta nel '96. Nel tiro con l'arco, De Pellegrin ha vinto una medaglia d'oro a squadre e un bronzo individuale alle Paralimpiadi di Sydney nel 2000 e una medaglia di bronzo agli ultimi Giochi di Pechino del 2008.

Un palmares da record. A questi successi si aggiungono, nella sua carriera, 58 titoli italiani conquistati nelle due diverse discipline, 11 record nazionali e 2 record mondiali. «È il giusto riconoscimento e premio ad un grandissimo uomo di sport, che tanto ha dato e tanto continuerà a dare al movimento degli sport paralimpici - ha commentato il presidente Pancalli - la scelta di De Pellegrin portabandiera della squadra italiana è la scelta di un uomo che è esempio dentro e fuori i campi di gara e che, sono certo, rappresenterà al meglio quei valori sportivi di cui il Comitato da sempre, si fa portatore. In tanti anni e in tante partecipazioni ai Giochi Paralimpici, De Pellegrin ha ottenuto risultati prestigiosi contribuendo, in ogni occasione in cui è stato chiamato a prender parte, a tenere alto il nome dell'Italia».

Coronati anni di sacrifici. «Non sto più nella pelle - ha dichiarato Oscar De Pellegrin dopo aver appreso la notizia - ringrazio tutti i membri della Giunta per le parole spese nei miei confronti. È una cosa fantastica, troppo grande e bella il coronamento di anni di carriera, di dedizione e di insegnamento a tanti giovani che si sono avvicinati allo sport. Un riconoscimento che sarà di ulteriore stimolo per continuare a impegnarmi e dare tanto a questo movimento e proseguire in quell'opera di diffusione dei veri valori della pratica sportiva».

Giovedì 31 Maggio 2012



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La storia/ L'atleta bellunese De Pellegrin
sarà portabandiera dei Giochi Paralimpici
I commenti su questo articolo sono chiusi.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
I commenti su questo articolo sono chiusi.
0 commenti presenti
Indietro
Avanti