Scelte le giunte di Verona e Gorizia:
10 in squadra con Tosi, 8 per Romoli

Il sindaco leghista ha inserito gli 8 più votati e 2 fedelissimi
(Toffali e Paloschi), il collega goriziano con 4 "volti nuovi"

PER APPROFONDIRE: verona e gorizia
Ettore Romoli e Flavio Tosi
VERONA - I nuovi sindaci dei due capoluoghi del Nordest che hanno vinto al primo turno, Flavio Tosi a Verona ed Ettore Romoli a Gorizia, hanno scelto oggi le loro squadre.
Il sindaco leghista Flavio Tosi ha firmato i decreti di nomina dei nuovi assessori e delle rispettive deleghe: 6 sono volti nuovi, 4 le conferme. Per sè ha riservato Cultura, Sicurezza, Polizia municipale, Protezione civile e Promozione del lavoro; al vicesindaco Vito Giacino sono andate invece Urbanistica, Edilizia privata e popolare; a Enrico Corsi Attività economiche, Turismo, Mobilità, Viabilità e Infrastrutture; a Luigi Pisa deleghe per Strade, Giardini, Arredo urbano; a Enrico Toffali Personale, Aziende, Enti partecipati, Ambiente; ad Anna Leso:Servizi sociali, Famiglia, Pari Opportunità; a Pier Luigi Paloschi Bilancio, Tributi, Politiche fiscali, Patrimonio, Veronesi nel mondo; a Stefano Casali Lavori Pubblici, Edilizia Sportiva, Edilizia Monumentale, Rapporti Patrimoniali con le associazioni; ad Alberto Benetti: Istruzione, Politiche Giovanili, Riqualificazione Edilizia scolastica. Infine ad Antonio Lella Decentramento, Urp e a Marco Giorlo Sport, Politiche della Casa, Turismo sociale, Servizi demografici ed Economato.

«La giunta - ha spiegato Tosi - è in gran parte da assessori che hanno già lavorato nei 5 anni precedenti e che sono stati scelti secondo il criterio del consenso personale raccolto alle elezioni e, quindi, del merito: un segnale di rispetto per i cittadini elettori e anche per i candidati delle 7 liste che mi hanno appoggiato». Ci sono in tutto 10 assessori: otto sono stati scelti sulla base dei voti e due, Enrico Toffali e Pier Luigi Paloschi, già presenti nella precedente squadra, sono stati nominati per scelta personale del sindaco. La prima seduta è convocata per mercoledì 30 maggio; il nuovo Consiglio comunale si riunirà invece lunedì 28 alle 16.

A Gorizia, invece, sono 8 gli assessori: 4 confermati e 4 volti nuovi per il sindaco Ettore Romoli che si tiene le deleghe a Lavori pubblici e Università. Vicesindaco è Roberto Sartori (Udc) che si occuperà di Istruzione, personale e individuazione dei nuovi canali europei di finanziamento. Il Pdl ha espresso 4 assessori: accanto ai confermati Silvana Romano (Welfare, Sociale, Politiche sanitarie e Casa), Francesco Del Sordi (Tutela ambientale, Protezione civile, Patrimonio) e Guido Pettarin (Bilancio, Urbanistica, espropri) c'è il direttore Upi e presidente Consorzio sviluppo universitario Rodolfo Ziberna (Cultura, Grandi eventi e sviluppo turistico), quindi degli altri partiti Stefano Ceretta (Lega Nord), ex assessore, avrà deleghe a Sicurezza e Politiche giovanili e Polizia locale. In giunta anche Arianna Bellan, lista 'Per Gorizia' (Programmazione economica e attivitàproduttive,) e infine Alessandro Vascotto dei Pensionati (Sport, Servizi cimiteriali).

«Abbiamo rispettato le provenienze politiche e le competenze specifiche - dice Romoli - La composizione sarà comunque ridiscussa a metà mandato».

martedì 22 maggio 2012



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Scelte le giunte di Verona e Gorizia:
10 in squadra con Tosi, 8 per Romoli
I commenti su questo articolo sono chiusi.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
I commenti su questo articolo sono chiusi.
0 commenti presenti
Indietro