Tampona un furgone dell'Autobrennero:
muore il medico che "scopriva" i tumori

Il professor Stefano Ciatto, luminare della diagnostica, si è
schiantato con la sua Bmw a Rovereto pare per un malore

Incidente sull'Autobrennero
TRENTO - Il noto medico senologo ed esperto internazionale di prevenzione dei tumori, Stefano Ciatto, è morto oggi in un incidente stradale avvenuto sull'autostrada del Brennero, nei pressi di Rovereto.

Secondo una prima ricostruzione, il professor Ciatto, 62 anni originario di Firenze ma residente da anni a Valeggio su Mincio (Verona), in fase di sorpasso ha tamponato con la sua Bmw un furgone dei cantieri mobili autostradali dell'Autobrennero, mentre stava viaggiando in direzione sud, verso Verona.

Tra le prime ipotesi sulle cause del tamponamento ci sono un malore o una distrazione. Il professor Ciatto era uno dei massimi esperti mondiali di screening tumorali. Dal 1974 ha lavorato all'Istituto di Radiologia dell'UniversitÓ di Firenze per diventare subito docente di radioterapia. Dal 1985 Ŕ stato primario all'Usl di Firenze per la Diagnostica medica. E' stato autore di oltre 300 pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali. Da 21 anni era titolare di un noto studio di screening per il carcinoma alla prostata, finanziato da Airc e Cnr. Da 18 anni era membro del Network for Cervical Cancer screening della ComunitÓ Europea oltre che della Scuola italiana di senologia.

Venerdý 4 Maggio 2012



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tampona un furgone dell'Autobrennero:
muore il medico che "scopriva" i tumori
I commenti su questo articolo sono chiusi.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
I commenti su questo articolo sono chiusi.
0 commenti presenti
Indietro
Avanti