Monti, Fornero e sindacati si sono
guardati dal toccare i dipendenti pubblici

Vorrei sottolineare che sulla tanto citata riforma del lavoro pochissimi evidenziano che riguarda, per ora, solo i dipendenti privati. Pertanto dovrebbe correttamente essere chiamata "riforma del lavoro privato".

Anche il governo Monti, che dovrebbe essere (sottolineo dovrebbe) indipendente, si è ben guardato di toccare la casta dei paria "pubblici", ovviamente per non toccare la suscettibilità della base elettorale dei partiti che lo sostengono supinamente.

D'altra parte il "grande" Monti e la "grandissima" Fornero, si sono ben guardati dal cominciare, anche al solo pensare, di tagliare la spesa pubblica corrente in maggior parte dovuta al costo della pubblica amministrazione centrale e locale. E poi ci si stupisce che diminuisca la ricchezza delle famiglie (quelle, le solite, che pagano le tasse e che neppur volendo possono evadere il fisco)?

Ciò che è più avvilente ancora è seguire le dichiarazioni della triplice sindacale che, anch'essa, si è ben guardata dal richiedere l'inclusione del pubblico nella "mitica riforma"! E poi chi la paga la mitica riforma del lavoro? Ma sempre gli stessi, ovviamente.

Ma per fortuna è arrivata la tegola "Lega-Bossi" così l'attenzione, già troppo scarsa, dell'opinione pubblica è catturata appunto dalla questione Lega. Ma quando l'opinione pubblica si sveglierà dal torpore italico e comincerà a farsi sentire?

Giannantonio Franchini

Sabato 7 Aprile 2012



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Monti, Fornero e sindacati si sono
guardati dal toccare i dipendenti pubblici

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti
Indietro
Avanti