Il Friuli Venezia Giulia vuole Sappada:
oggi il voto, il Veneto: «Guerra fra poveri»

Crepe anche nella Lega dopo il referendum del 2008: Zaia
chiude le porte al passaggio, Bottacin: «il popolo è sovrano»

Festa a Sappada dopo il referendum del 2008
VENEZIA (23 novembre) - Sulla voglia di fuga dal Veneto di Sappada, il governatore Luca Zaia ha già detto che non se ne parla: «Una guerra tra poveri o la secessione quotidiana di uno o più Comuni non porta a nulla». Peccato che non tutti i suoi colleghi di partito la pensino così. A Belluno, ad esempio, il presidente (leghista) della Provincia, Gianpaolo Bottacin, non si oppose la scorsa primavera quando il suo consiglio votò un ordine del giorno a favore del passaggio di Sappada dal Veneto al Friuli: «Non mi fa certo piacere perdere un pezzo di provincia, ma l’articolo 3 della Costituzione dice che il popolo è sovrano e l’articolo 132 dice che un Comune può fare un referendum per chiedere di passare a un’altra regione. Dopodiché decide il Parlamento».

Solo che né il Parlamento e men che meno il ministero dell’Interno finora hanno affrontato il caso Sappada. E questo nonostante ci sia già stato il referendum (nella foto la festa per il raggiungimento del quorum nella consultazione del 2008) e già si siano espressi a favore i consigli provinciali interessati, cioè Udine e Belluno.

È così che adesso, a rilanciare la vicenda, è il Friuli Venezia Giulia: oggi il consiglio regionale voterà la richiesta al Parlamento di legiferare in merito al distacco del Comune di Sappada dalla Regione Veneto e la sua aggregazione al Friuli Venezia Giulia. Il documento è partito dall’Udc, ma la Lega non si è opposta: «Siamo friul-giuliani, voteremo come chiedono i sappadini», ha già detto il capogruppo del Carroccio Danilo Narduzzi. Peccato che in Veneto il governatore Luca Zaia non ci stia.

Martedì 23 Novembre 2010



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il Friuli Venezia Giulia vuole Sappada:
oggi il voto, il Veneto: «Guerra fra poveri»

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti
Indietro
Avanti