Alfano: «Esiste una questione veneta
da federalismo avanzato e spinto»

PER APPROFONDIRE: alfano, veneto, venetisti, serenissimi
VENEZIA - «Esiste una questione veneta che sarà messa al centro del governo nel rapporto con le regioni»: lo ha detto il ministro degli Interni Angelino Alfano, oggi a Venezia per un incontro sulla sicurezza con tutti i prefetti del Veneto. «Ci sono moltissime proteste sociali - ha aggiunto - e queste fanno emergere forti disagi da parte dei veneti che non possono sentirsi lo Stato ostile». «I veneti hanno dato tantissimo all'Italia e il Veneto non può essere certamente corrisposto con disattenzione da parte dello Stato».
Tra i primi passi su cui lavorare, c'è la lotta alla burocrazia. «Su questo tema, in Veneto molto sentito - ha concluso Alfano - il governo intende andare avanti accelerato, molto forte».
Alfano ha spiegato che la questione veneta sarà messa «al centro dell'azione del governo per realizzare un'Agenda Veneto per quanto riguarda il rapporto con le regioni». «Pensiamo che il Veneto - ha evidenziato, in riferimento al tema Agenda Veneto - possa essere base sperimentale di una forma di federalismo avanzato e spinto. Abbiamo una riforma che è in discussione al Senato, può essere il luogo dove affrontare la questione veneta. Rispetto ai moti indipendentisti non si possono chiudere gli occhi». «La risposta - ha precisato - è duplice: aumentare autonomia e migliorare i servizi statali. Per quanto di mia competenza mi attiverò immediatamente».

Lunedì 28 Aprile 2014



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Alfano: «Esiste una questione veneta
da federalismo avanzato e spinto»

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

14 commenti presenti
1 2
Commento inviato il 2014-04-29 alle 15:51:04 da Luc111
"Veneti...becchi, bauchi e FELICI" ------------------ Sì ma fino ad un certo punto poi tutto ha il suo limite. Non ti dimenticare che noi Veneti abbiamo molto dna barbarico nel nostro sangue, oltre a quello degli antichi Veneti e pertanto credo che prima o dopo scoppieremo. E' anche tempo di sfatare il fatto che noi siamo un popolo troppo pacifico ed imbelle. Già ai tempi dei romani antichi abbiamo combattuto al loro fianco contro Annibale, i Galli ed altri, poi abbiamo combattuto contro le invasioni dei barbari, poi, nel Medio Evo, abbiamo fatto le nostre sanguinose guerre fra città e citta, poi il vicentino Ezzelino da Romano, è riuscito a conquistare gran parte della pianura Padana, giungendo fino quasi a Milano, poi la Repubblica marinara di Venezia ha combattuto contro le altre citta marinare , sconfiggendole, poi ha conquistato, sia con guerra che in modo pacifico tutto il Veneto, fino a Crema e a Bergamo, inoltre con la Serenissima noi abbiamo sempre combattuto contro i turchi, culminata nella famosa battaglia di Lepanto. Abbiamo poi combattuto contro l'italia nella battaglia di Lissa a fianco degli Austriaci, per poi finire bellamente o tragicamente con le due guerre. Inutile dire che siamo un popolo imbelle, le nostre guerre, nel tempo le abbiamo sempre fatte, cosa che invece al sud, sono al digiuno completo e l'attuale esercito italiano, composto la maggior parte di essi e di donne, non ci fa di certo paura. Nessuno auspica una guerra, sia ben chiaro ma di questo passo, se vogliamo avere la nostra indipendenza, non vedo altra strada.
Commento inviato il 2014-04-29 alle 22:17:57 da steyr 95
Un altro
che tenta di prendere i quattro voti dei leghisti riciclati. Tanta salute.
Commento inviato il 2014-04-29 alle 18:33:00 da Elise Francia
Veneti...becchi, bauchi e FELICI
Questo ministro, si prende i soldi NOSTRI e li spende chissa' come e dove (a noi non e' dato neppure saperlo); ci manda i PREFETTI e altro a mettere in galera chi protesta (perche' dobbiamo tutti pagare a tasere); ci VIETA di festeggiare un patrono (ma lo permette in TUTTE le altre regioni d'Italia); nega OGNI SOLDO (nostro) a varie delegazioni Venete per disastri vari e infrastrutture...e POI ci da' una bella lezione (da pubblicare sui Media = VOTI) sul fatto che esiste un "questione Veneta." ----Lascio a ciascuno di voi un momento di riflessione.
Commento inviato il 2014-04-29 alle 15:51:04 da Luc111
Commento inviato il 2014-04-29 alle 15:00:42 da ruzante
Finisco il discorso (mi era scappato il dito su invio): L'unica cosa che devono fare è lasciarci liberi.
Commento inviato il 2014-04-29 alle 15:21:11 da ruzante
Il 21 marzo scorso, rinata la Repubblica Veneta
indipendente e sovrana, e tutti, chi prima chi poi, cercano di correre ai ripari. E' tardi, si accorgono solo ora della questione veneta? Avrebbero dovuto pensarci prima l'unica cosa che devono fare i vali Alfano, Grillo, Renzi
Commento inviato il 2014-04-29 alle 15:00:42 da ruzante
si è accorto del veneto
quando si accorgerà della sua sicilia? e calabria e campania e puglia?
Commento inviato il 2014-04-29 alle 12:53:39 da copppertone
CARO ALFANO,
solo un Veneto capisce i problemi del Veneto ed il problema del Veneto è solo l'indipendenza. Tutto il resto è ormai acqua passata.
Commento inviato il 2014-04-29 alle 12:39:14 da steyr 95
Alfano scopre la questione Veneta a 30 gg dalla sua sparizione politica
Ora la questione Veneta la scopriranno anche gli altri...ma passata la festa gabbato lo santo.
Commento inviato il 2014-04-29 alle 07:43:56 da orcokan
qualcuno spieghi ad Alfano...
...che il Veneto ha già dichiarato l'indipendenza, il cammino ora è renderla fattiva (può darsi anche che i suoi lacchè collaborazionisti locali non abbiano ancora avuto il coraggio di dirgli la verità)
Commento inviato il 2014-04-29 alle 01:23:59 da zispzisp
bravo, bis!
Non ha capito; non vuol capire; fa finta di non capire niente: noi ci prendiamo l'indipendenza! Non ci interessa l'interessamento: ci interessa l'i n d i p e n d e n z a. Chiaro no!
Commento inviato il 2014-04-28 alle 22:56:05 da BUONGI
1 2
Indietro
Avanti