Ecco il Natale di Padova: park gratis
luminarie high tech e una pista di bob

PER APPROFONDIRE: 2015, natale, padova
Ecco il Natale di Padova: park gratis  ​luminarie high tech e una pista di bob
PADOVA - Il Natale 2015 a Padova sarà nel segno della tradizione ma anche dell'innovazione. Ecco il programma ufficiale presentato dal vicesindaco Eleonora Mosco.



LUMINARIE HIGH TECH - L’installazione più appariscente e moderna sarà sicuramente lo spettacolo di mapping che trasformerà la facciata della torre dell’Orologio di Piazza dei Signori. Le proiezioni mappate (o mapping) sono delle installazioni video spettacolari e coinvolgenti, create facendo interagire le superfici più svariate, dai monumenti agli oggetti di design, con dei contenuti video proiettati e studiati appositamente per interagire con la silhouette dell’edificio o dell’oggetto che si vuol valorizzare.



Da venerdì 4 dicembre, tutti i giorni dalle 17.30 fino alle 24, ogni ora verrà scandita dalla visione di questa nuova forma d’arte e di espressione. Da sabato 21 novembre, si accenderanno tutte le altre attrazioni luminose. Piazza della Frutta si accenderà per il Natale grazie ad un vero e proprio cielo stellato, simulato tramite una miriade di luci led che scenderanno dalla Torre del Comune (o Torre degli Anziani) fin sulla piazza, creando un suggestivo tetto di stelle. Un altro innovativo gioco di luci verrà creato in piazza Cavour dove i passanti potranno immortalarsi dentro un percorso di luce a forma di palla di albero di Natale.



Prato della Valle (e la Loggia Amulea) rifulgerà grazie ad un albero di Natale luminoso alto trenta metri, cui faranno da "paggetti" gli alberi già presenti, tutti illuminati, e ad un doppio anello di lampioni, rossi all’esterno e bianchi all’interno dell’Isola Memmia. Saranno potenziate inoltre le luminarie che valorizzeranno Palazzo Moroni con una cascata di luci, Palazzo della Ragione (lato Piazza delle Erbe) e tutte le storiche porte d'ingresso alla città (Savonarola, Portello, Molino, Ponte Corvo, Santa Croce, San Giovanni). Più di 100 vie, infine, si accenderanno con speciali luminarie natalizie grazie all'azione condivisa di tantissimi esercizi commerciali che si sono fatti carico dell’istallazione. Spazio anche al nuovo stemma cittadino che durante le festività campeggerà sui sacchetti degli storici negozi del Sotto Salone. Tutto il nuovo materiale luminoso utilizzato sarà preso a noleggio, per abbattere i costi e poter sfruttare anche il prossimo anno le ultime innovazioni del settore.



ALBERI DI NATALE - Gli alberi di Natale saranno posizionati in tutto il centro città e nelle piazze dei principali quartieri, dove verranno installati anche 6 alberi tecnologici a led, a forma di cono. L’albero di Natale davanti a Palazzo Moroni è dono del comune di Gallio dell’Altopiano di Asiago, altri invece saranno situati e distribuiti non solo nel cuore della città e in Piazzale Stazione ma anche nei vari quartieri, dove saranno valorizzati anche gli alberi storici come la magnolia della rotonda dell’Arcella o della Sacra Famiglia o ancora lo storico albero di Mortise.

Per la prima volta, infine, sarà completamente illuminato viale Morgagni che dal vecchio ospedale porta a Piazzale Boschetti.



WINTER PARK - Tra Prato della Valle e lo stadio Appiani pulserà il cuore sportivo del Natale 2015. A partire dal 28 novembre Piazza Rabin si trasformerà in vero e proprio snow park in città, con una grande pista di pattinaggio su ghiaccio e una pista per il bob, 10 casette di legno che somministreranno leccornie di ogni tipo, spettacoli on ice e un mega truck in stile Usa che si trasformerà in palcoscenico.



YOUNG CHRISTMAS AL PORTELLO - Rivoluzionaria sarà anche la sistemazione della zona pedonale di via Portello che ospiterà degli avveniristici igloo trasparenti, dove saranno organizzati concerti, silent party, manifestazioni culturali e dj set. E dove saranno allestiti lounge bar e chioschi per la clientela dei giovani e degli studenti che vivono numerosi nel quartiere.



NATALE IN CORSO - Mentre la Fiera del Natale impazzerà nelle piazze e in centro storico, dal 21 novembre Corso Milano sarà di nuovo luogo d’incontro e di festa con un nuovo percorso natalizio in legno di banchetti, famoso ormai quello dell’artigianato, che si snoderà tra via Verdi e Corso Emanuele Filiberto, ospitando venditori di prodotti natalizi e una giostra cavalli dal gusto barocco che sarà installata alla fine del Corso, di fronte alla libreria Mondadori.



IL VILLAGGIO DI BABBO NATALE - Piazza Eremitani sarà interamente dedicata al divertimento per famiglie, con una giostra cavalli e una pista di pattinaggio su ghiaccio e la casa di Babbo Natale. Il Villaggio di Babbo Natale sarà rinnovato e ampliato con nuove casette con prodotti tipici natalizi, dalla parte della piazza che guarda via Porciglia e corso Garibaldi. E proprio qui farà tappa Babbo Natale con i suoi aiutanti elfi per farsi fotografare assieme a piccoli padovani.



LA FESTA PROSEGUE PER LE VIE DEL CENTRO - Il Natale arriverà in tutti i borghi di Padova. Le piazzette Sartori, Conciapelli e Bussolin saranno le novità di quest’anno con casette e divertimento per tutti, via del Santo, con i suoi Presepi, via San Fermo, la via del lusso padovano, piazza Capitaniato, che ospiterà arte e artigianato, il Ghetto, dove risuoneranno cori e canzoni natalizie, via Barbarigo e corso Garibaldi. Tutta Padova sarà pervasa dallo spirito del Natale.



QUARTIERI - Il "pullman di Babbo Natale" toccherà tutti i quartieri con animazioni e spettacoli di giocoleria, che passeranno nel cuore dei quartieri. Ponte di Brenta, Arcella, Sacra Famiglia, Santa Rita e Montà avranno poi i loro Natali di quartiere in week end distinti, mentre a Mortise il parco delle Farfalle sarà teatro di feste e attività all’aria aperta con utilizzo di pony.



EVENTI - L’aperitivo del Natale padovano sarà Art&Ciocc, una kermesse interamente dedicata all’arte cioccolatiera. Dal 18 al 22 novembre.Tra via Santa Lucia, piazza Garibaldi e via Cavour, decine piccoli laboratori produrranno leccornie di ogni genere grazie alla sapienza di maestri cioccolatieri provenienti da ogni regione. Ogni week end il trenino del Natale attraverserà una città piena di eventi musicali, come i cori gospel, e di spettacoli itineranti con burattini, trampoli e costumi. Il tutto in un’atmosfera magica che gli amanti della fotografia potranno immortalare, cimentandosi poi nel concorso "Natale è Padova".



RECETTIVITA’ DELLA CITTA’ - Padovani e turisti saranno agevolati negli spostamenti . Come lo scorso anno, la collaborazione con Aps Parcheggi garantirà ai padovani la gratuità (nei fine settimana) dei parcheggi scambiatori del Tram a Pontevigodarzere e alla Guizza, del park dei Colli e di via Sarpi con relativo incremento delle corse di bus navetta e tram nei fine settimana. Dal venerdì alla domenica, inoltre, il park di piazzale Boschetti applicherà una tariffa forfettaria ridotta a 3 euro. In tutti i parcheggi mappati, inoltre, sarà possibile pagare la sosta con un sms (al numero 4850302), scalando il costo dal proprio piano tariffario.



Per scegliere il modo migliore di avvicinarsi ai luoghi degli eventi, sul sito internet del Natale a Padova sarà attivata un’apposita sezione con tutte le tariffe, le agevolazioni e i percorsi consigliati.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Novembre 2015, 13:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ecco il Natale di Padova: park gratis
luminarie high tech e una pista di bob
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2015-11-20 02:08:24
Giusto e ben fatto!!! Bravi!!! Alla faccia di chi ha sempre da criticare!! Buon Natale !!!
2015-11-19 12:32:24
con tutto il rispetto, quante dellle attivita' proposte sono parte della tradizione natalizia padovana?
2015-11-19 12:32:24
con tutto il rispetto, quante dellle attivita' proposte sono parte della tradizione natalizia padovana?
2015-11-17 00:10:40
...kissà se queste luminarie higt tech innovative arriveranno fino al 25 di Dicembre appese agli alberi con i DELINQUENTI che gironzolano
2015-11-16 15:47:15
Giusto e ben fatto. Bisogna difendere le nostre tradizioni, i nostri costumi, le nostre usanze, la nostra cultura e la nostra fede e non piegarsi al "politicamente corretto" di non "offendere gli altri", non portando una scolaresca a vedere una mostra di arte a causa di immagini sacre o di dovere togliere i crocifissi dalle classi o di togliere tutti i simboli del Natale come Starbucks in America, dalle nostre case e città come i presepi. Io anche quest'anno addobberò il mio albero di Natale e lo metterò in giardino in bella mostra come faccio da 30anni. Io semplicemente difendo le mie tradizioni e la mia italianità a casa mia, poiché questa è Italia. Che sia chiaro io rispetto la libera fede e le altre religioni e culture a patto che anche loro rispettino la mia e soprattutto non solo nei loro paesi ma sicuramente nel MIO paese si. MWhitefox